Superbike, Most

Superbike Most Prove 2: La pioggia complica i piani, si partirà al buio

Il maltempo manda in fumo la seconda sessione, che sarebbe stata necessaria per conoscere meglio il tracciato di Most novità Superbike. Gara 1 con mille incognite

6 agosto 2021 - 15:47

Che guaio: i piloti Superbike avrebbero avuto bisogno di girare più a lungo possibile per conoscere meglio il tracciato di Most novità del Mondiale. Invece la pioggia ha mandato in fumo la seconda sessione di prove, complicando moltissimo i piani in vista di gara 1. A questo punto si partirà quasi al buio: assetti, scelta di gomme, conoscenza della pista, sarà un pò tutto da improvvisare. I team si erano accordati per non fare test in questo piccolo impianto della Repubblica Ceca, ma si sta rivelando una scelta poco azzeccata. La sessione è iniziata sotto una sottile pioggerella, che poi è aumentata per cessare a circa venti minuti dalla fine. A conti fatti è stato un turno inutile anche per sperimentare assetti da bagnato.

Tempi non indicativi 

I riferimenti che vedete nella classifica qui sotto sono stati segnati all’inizio del turno, su pista umida: Garrett Gerloff ha compiuto appena due passaggi, prima di gettare la spugna. Il texano sembra aver assorbito bene le polemiche interne Yamaha conseguenza dell’incidente in curva 1 ad Assen, costata punti preziosissimi a Toprak Razgatlioglu.  Il turco aveva dominato la sessione mattutina (qui i tempi), sull’asciutto e con un pallido sole. Nella parte finale della sessione Toprak è tornato dentro, giusto per avere un’idea di cosa si prepara se anche sabato o domenica il tempo dovesse fare qualche scherzo. Le previsioni sono un rebus. Jonathan Rea, solo sesto al mattino, è rimasto al calduccio nel box, evitando rischi. Ricordiamo che l’asso Kawasaki guida il Mondiale con 37 punti di vantaggio su Toprak.

Mercato 2022, Petrucci parla con Ducati 

Intanto una dichiarazione di Danilo Petrucci agita le acque di un mercato piloti 2022 che finora ha registrato solo conferme, e nessun cambio di casacca. “La Ducati Superbike sarebbe una grande opportunità” ha detto il pilota ternano adesso in KTM MotoGP (qui l’intervista). Dando per scontata la conferma di Michael Rinaldi, 24 anni e da tempo prospetto del progetto Aruba.it Racing, significa che la posizione di Scott Redding, relativamente ad un ipotetico rinnovo,  potrebbe non essere così solida. Kawasaki e Yamaha hanno già confermato i piloti attuali, anche BMW è molto avanti con il rinnovo di Tom Sykes. Per cui tutto ruota intorno a Ducati e Honda.

Il programma di sabato 

Diventa assai importante FP3 di sabato mattina alle 09, per cui in condizioni di temperatura poco indicative, sempre scommettendo che sia asciutto. Poi si comincerà a fare sul serio, con la Superpole programmata alle 11:10. Gara 1 scatterà alle 14, qui tutti gli orari  TV del week end.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Twitter/Aruba Racing

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding in Catalunya

Superbike, Scott Redding: “Mi sento in colpa per il sorpasso a Bassani”

Superbike, Razgatlioglu contro Rea

Superbike, sfortuna Razgatlioglu: cosa è successo alla Yamaha R1

Ducati, Superbike

Ducati, è un sabato da impazzire: doppietta MotoGP e tripletta Superbike