Michele Pirro

Superbike Misano, Prove 1: Michele Pirro parte e cade

Partenza con il botto per Michele Pirro wild card Ducati Barni. Il più veloce è stato Jonathan Rea davanti ad Alvaro Bautista, terzo. La sfida è partita

21 giugno 2019 - 11:27

Si è aperto con un gran colpo di scena il week end della Superbike a Misano. Michele Pirro, tester Ducati schierato come wild card dal team Barni, è scivolato nelle battute iniziali della prima sessione, alla cruva 13. Si è rialzato indenne, ma la V4R ha subìto qualche danno. Michele Pirro è ripartito solo nel finale, compiendo pochi passaggi, con quattordicesimo tempo finale.   Sei volte campione d’Italia (tre in Superbike),  è alla quarta presenza nel Mondiale. Il mese scorso in MotoGP al Mugello, sempre da wild card sulla GP19, ha fatto settimo. Michele Pirro utilizza la Ducati V4R in configurazione team Barni, cioè con le sospensioni Showa invece delle Ohlins usate dalla formazione ufficiale. Componente che Pirro non conosce, da qui i problemi che sta incontrando.

JONATHAN REA SUBITO DAVANTI

Su pista molto scivolosa il più veloce è stato Jonathan Rea, autore di un convincente 1’36″020. Il pilota Kawasaki, che a Misano firmerà copie della sua biografia uscita in italiano,  precede Michael van der Mark, pupillo Yamaha, 1’36″225. Alvaro Bautista, leader del Mondiale con la Ducati, ha il terzo tempo a 234 millesimi dalla vetta. Qui Jonathan Rea è stato il più veloce anche nei test di tre settimane fa, ai quali hanno partecipato tutti i top team. A Misano il nordirlandese ha già vinto sei volte, come il mitico Troy Bayliss. Quarto crono per l’altra Yamaha di Alex Lowes, incalzato dal ducatista Chaz Davies e da Tom Sykes con la BMW. Marco Melandri è settimo. Seconda e ultima sessione di giornata alle 15:00, sempre 50 minuti a disposizione. Doppia scivolata per Alessandro Delbianco, pilota Honda Althea.

 

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Jonathan Rea si lancia verso quota 100

Superbike, Magny Cours

Superbike Magny Cours, Gli orari in pista e le dirette SKY MotoGP HD e TV8

Superbike, Aprilia

Superbike, “Far correre l’Aprilia 1100 nel Mondiale? Non se ne parla”