Toprak, Superbike Magny Cours

Superbike Magny Cours Prove 3: Toprak lancia la sfida a Rea

Su pista asciutta il 22enne turco davanti al leader del Mondiale: il duello in famiglia Kawasaki farà scintille. Alvaro Bautista soltanto decimo

28 settembre 2019 - 9:25

Nella Superbike a Magny Cours Toprak Razgtlioglu partirà per dare l’assalto al capofila del Mondiale Jonathan Rea. L’antipasto del confronto che potrebbe animare gara 1 (il via alle 14) c’è stato nelle prove 3, appena 20 minuti disponibili per fare un pò di giri sull’asciutto dopo le due sessioni del venerdi condizionate dalla pioggia. Il 22enne turco del team satellite Puccetti è stato il più veloce in 1’38″777 lasciando il “capitano” Kawasaki a 164 millesimi. Lunedi Toprak verrà annunciato come pilota ufficiale Yamaha 2020, per cui adesso non ci sono più remore: andrà all’attacco, senza paura nè timori revenziali. Qui gli orari dei collegamenti TV

LORIS BAZ MINA VAGANTE

Toprak ha fatto il tempo in scia a Jonathan Rea, che vista la situazione si è poi rialzato facendosi superare. Il Cannibale, che venerdi sul bagnato aveva compiuto appena dodici giri, ne ha messi insieme altrettanti. Partirà con pochissimi riferimenti, come tutti gli altri. Alle spalle del duo Kawasaki è salito Loris Baz, migliore dei piloti Yamaha e mina vagante del weekend: corre in casa, e sta prendendo sempre più in mano la YZF-R1 di Ten Kate. Precede l’ufficiale Michael van der Mark, a sua volta incalzato da Tom Sykes che sperava in un meteo più clemente per mettere alla prova il nuovo motore BMW. Vedremo in Superpole (ore 11) cosa combinerà.

ALVARO BAUTISTA SOLO DECIMO

Jonathan Rea in gara 1 (ore 14:oo) partirà da +91 punti nel Mondiale su un Alvaro Bautista in difficoltà. Sono stati i primi passaggi dello spagnolo sull’asciutto Magny Cours, tracciato mai visto prima. Il ritardo è assai consistente, oltre un secondo e mezzo: si preannuncia un sabato di sofferenza per il futuro pilota Honda HRC. Meglio l’altra Ducati di Chaz Davies, sesto tempo, a meno di quattro decimi dalla vetta. Qui il gallese è sempre andato molto forte. Sprofonda Marco Melandri, appena 14° tempo, e non va meglio per Michael Rinaldi relegato al 17° posto. Chiude la classifica Alex Delbianco, che sul bagnato era andato fortissimo. Il meteo però prevede tre gare asciutte…

Jonathan Rea, “In Testa”, la biografia – Clicca qui per acquistare on line

Foto: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Toprak

Superbike: Toprak sarà così veloce anche con la Yamaha?

Superbike, Tom Sykes

Superbike: BMW, che frenata in Argentina

Supersport, Peter Ottl

Supersport 2020: Philipp Ottl dalla Moto2 alla Kawasaki Puccetti