Superbike, Marc Marquez

Superbike: Loris Baz avverte “Jonathan Rea è una spanna sopra tutti”

Loris Baz molto soddisfatto dopo il primo test con la Yamaha 2020. Ma in vista della ripresa Superbike avverte: sarà difficile arginare lo strapotere del campionissimo

21 luglio 2020 - 14:56

A dieci giorni dal nuovo inizio della Superbike, la domanda che tutti gli appassionati si pongono è la stessa degli ultimi anni: Jonathan Rea farà il vuoto, oppure questa volta troverà pane per i suoi denti? Nei test di Barcellona, a  inizio luglio, il campionissimo della Kawasaki è stato super con la gomma da qualifica, scendendo un decimo sotto il miglior giro della gara MotoGP 2019, dominata da Marc Marquez. Ma sul passo è stato altrettanto efficace? A spazzare i dubbi ci pensa Loris Baz, pilota Yamaha che al Montmelò aveva già gareggiato in MotoGP. “Il ritmo di Jonathan Rea è stato decisamente impressionante” rivela il pilota francese della Ten Kate. “Se guardi la classifica finale, sembriamo tutti molti vicini. Ma, con il caldo, l’usura delle gomme è un fattore importante, specie su quello specifico circuito. E in queste difficili condizioni, Rea è andato più forte di tutti gli altri…”

Debutto con Yamaha R1 2020

Nei test catalani Loris Baz ha provato per la prima volta la YZF-R1 edizione 2020, dopo aver gareggiato in Australia con un’imbrido: particolari della nuova ciclistica ma motore 2019. “Il nuovo ha decisamente più potenza, specialmente in alto. Sapete come siamo noi piloti, i cavalli non ci bastano mai. Con il nuovo motore la Yamaha ha fatto un deciso passo avanti. Oltre alla potenza, la differenza più grande fra le due versioni è l’acceleratore ride-by-wire. Mi sono abituato molto in fretta. E se devo essere sincero: erano mesi che non andavo in moto, ma dopo qualche giro è stato come non avessi mai smesso.” 

“Gestire le gomme sarà la chiave”

La ripresa Superbike sarà bollente. Il 1 agosto a Jerez, e poi in successione Portimao, due volte Aragon e Montmelò saranno condizionate da temperature altissime. “Il consumo della gomma sarà il fattore più importante” ha ricordato Loris Baz a Paddock-GP.Con la Yamaha ’20 bisogna sfruttare il massimo angolo di piega. Ma così facendo di restare senza aderenza dopo pochi giri. Sarà questione di compromesso, ecco perchè noi di Ten Kate non ci siamo preoccupati del giro a sensazione, ma piuttosto di cercare il ritmo senza distruggere le coperture.”

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

cortese superbike

Superbike: Fratture di vertebre e tibia per Cortese, verrà operato a Faro

redding superbike

Superbike: Scott Redding, il finale di Gara 1 è stato un calvario

Andrea Locatelli, Portimao

Supersport Portimao: Andrea Locatelli cala il poker, Jules Cluzel KO