Superbike, Jonathan Rea Estoril 2021

Superbike, Jonathan Rea: “Non è stato facile, ma mi sono divertito”

Jonathan Rea conquista due vittorie nella domenica di Superbike all'Estoril. La scelta della gomma media si rivela vincente per il campione della Kawasaki.

30 maggio 2021 - 22:21

Il sei volte campione Superbike Jonathan Rea mette a segno un doppio colpaccio nella domenica all’Estoril. Vince Superpole Race e Gara-2 e si mette a +38 sul diretto avversario Scott Redding, finito nella ghiaia dopo un tentativo di risposta al sorpasso del nordirlandese. Ancora una volta Jonnhy e il suo team eseguono un lavoro impeccabile, puntando inesorabilmente sulla gomma più dura SCo, anche nella gara sprint di 10 giri. Un capolavoro che solo chi conosce la Kawasaki come le sue tasche può mettere a segno.

Un week-end iniziato in sordina per Jonathan Rea, costretto ad inseguire nelle prove libere, ma in pole position in Gara-1. Ma nel primo round nulla ha potuto contro la Ducati di Redding, se non amministrare la zona podio. Il Cannibale non si è dato per vinto, ha continuato ad optare per la gomma tradizionale da gara ed ha avuto la meglio nel doppio appuntamento domenicale. “Non è stato facile, ma è stato divertente“, ha dichiarato raggiante Rea dopo la gara. “In partenza una delle alette della Ducati mi ha preso per un braccio, cosa che mi ha davvero spaventato. Poi ho perso posizioni… Quando sono tornato sul mio ritmo, ho visto Scott e Toprak che volevano allontanarsi dai primi. Così ho cercato di combattere a modo mio“.

Un finale in discesa

La partenza anticipata di Toprak lo ha condannato a due long lap penalty che hanno permesso a Jonathan Rea di mettersi all’inseguimento di Scott Redding. “Era come un biglietto gratuito perché è così difficile da sorpassare“, ha detto il 34enne della Kawasaki. “Su Redding, sono riuscito a recuperare un po’ alla volta. Ero contento di poter rimanere nella scia di Redding, poi ho attaccato alla curva 1 ma non sono riuscito a tenere la linea. L’ho provato di nuovo alla curva 3 e poi ho visto “Redding out” sul mio tabellone“. Ha mantenuto saldamente la leadership della gara, nonostante le alte temperature rendessero precario l’asfalto dell’Estoril.

104 il numero di vittorie in carriera e testa della classifica Superbike che gli permette di dormire sonni tranquilli. Con la penalità post gara inflitta a Scott Redding che rende tutto più facile… “Il nostro obiettivo era portare con noi a Misano la leadership del Mondiale. Non ci aspettavamo una vittoria all’Estoril, ma aumentare il vantaggio e festeggiare due vittorie alla fine è molto emozionante per noi“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

FRA 1988
23:39, 30 maggio 2021

Non si dica che corre da solo perchè Razgatlioglu e Redding sono signori piloti.Ma hanno trovato sulla
loro strada un avversario che non concede nulla.
Uno zero contro Rea significa aver perso il titolo ed
è impressionante. Fogarty,Bayliss e Rea i mostri
sacri della categoria.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: il salto nel vuoto con BMW

motogp 2021

MotoGP/SBK: cambia il limite d’età per Mondiali e campionati minori

Superbike BMW

Superbike, BMW cala gli assi: Baz e Laverty UFFICIALI nel 2022