Jonathan Rea

Superbike Jerez: Jonathan Rea 18° pole, Alvaro Bautista a 36 millesimi

Strepitoso duello nella Superpole di Jerez: Il Cannibale e il ducatista sono divisi da appena 36 millesimi. Anche Marco Melandri in prima fila. Gara 1 alle 14

8 giugno 2019 - 11:31

Allacciate le cinture, Jerez ci può regalare tre sfide Superbike di straordinario impatto. Davanti a tutti in gara 1 (ore 14) scatterà Jonathan Rea che ha firmato la 18° pole in carriera (la seconda quest’anno) con un fantastico 1’38″247. Ma Alvaro Bautista è vicinissimo, appena 36 millesimi: Kawasaki e Ducati sono incollate, finora non abbiamo mai visto un duello ravvicinato fra il campione in carica e il leader del Mondiale, ma stavolta le prerogative di sono tutte. A completare la prima fila sarà un rinato Marco Melandri: la Yamaha gli ha portato quello che voleva, cioè un serbatoio che ha permesso un radicale cambiamento della posizione di guida. E l’ex iridato ha ripagato subito. (Qui l’approfondimento tecnico sulle novità Yamaha)

JONATHAN REA ATTACCA

Il 32enne nordirlandese, galvanizzato dalla doppietta di Imola, ha compiuto un fantastico giro con la supersoffice, tra l’altro trascinandosi dietro il compagno Leon Haslam catapultato al quinto posto dopo due giornate incolori. Ma Jonathan Rea era stato incisivo anche nello stint precedente, quanto sia lui che Bautista hanno sperimentato la gomma SCX, cioè la via di mezzo fra qualifica e soffice da gara che potrebbe venire buona per la corsa sprint (solo 10 giri) in programma domenica alle 11.

LE ALTRE DUCATI SONO INDIETRO

Marco Melandri ha fatto un brutto scherzo ai due ufficiali Yamaha. Alex Lowes è retrocesso in quarta posizione, Michael van der Mark addirittura in settima, per cui sarà costretto alla terza fila. In seconda linea, con Lowes e Haslam, si è inserita anche la BMW di Tom Sykes. Quella di Alvaro Bautista è l’unica Ducati che resiste al vertice, le altre sono lontane, con Michael Rinaldi (decimo) e Chaz Davies (dodicesimo) sconsolatamete relegati in quarta fila.

Jonathan Rea, la biografia: clicca qui per acquistare on line

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: “Mondiale difficile al primo tentativo”

ana carrasco

Ana Carrasco, inizia la riabilitazione: le cicatrici sulla schiena

Superbike, Garrett Gerloff

Superbike: Garrett Gerloff scala il podio, e se fosse solo l’inizio?