Tom Sykes

Superbike Imola: Tom Sykes “Ho qualcosa di speciale in mente”

La BMW non ha ancora il motore evo ma sta lavorando a tutta forza per portare il britannico in zona podio

9 maggio 2019 - 11:39

Tom Sykes riparte da quel venerdi da leoni vissuto ad Assen: miglior tempo, la prima zampata della sua nuova avventura con la BMW. In gara però le buone premesse si sono dissolte e il miglior risultato stagionale è rimasto il quinto posto di Aragon. Dopo quattro round Tom Sykes è nono nel Mondiale, con 54 punti conquistati. La nuova S1000RR sembra avere un potenziale molto più alto di quanto non dica la classifica, ma per un motivo o l’altro il 34enne britannico non è ancora riuscito a concretizzare. A Imola non sarà disponibile il motore evoluzione, che è in fase di sviluppo nel quartier generale di Berlino: dovrebbe essere pronto per il round successivo di Jerez (8-9 giugno). Tom sul Santerno è già salito dodici volte sul podio. Qui gli orari in pista e in TV

“IN GARA ABBIAMO DEI LIMITI”

“Correre a Imola è sempre molto eccitante, la pista e l’atmosfera sono davvero unici” spiega Tom Sykes. “Sono molto motivato, in testa ho un chiaro obiettivo di quello che mi piacerebbe ottenere con la BMW S 1000 RR. Durante le gare abbiamo alcuni limiti, in bagarre con gli altri piloti non sono in grado di percorrere le mie traiettore e la prestazione crolla. Ma  penso che con alcuni adattamenti al telaio possiamo provare a compensare. Sono sicuro che il potenziale del pacchetto è molto alto e penso che tutti lo abbiano visto. Sul giro secco la BMW, pur scesa in pista solo a dicembre, è una moto formidabile. In gara non è così, ma ci stiamo lavorando. Io spero che il tracciato di Imola ci possa dare una grande mano”.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Scott Redding

Superbike: Scott Redding “Ducati ha tutto per vincere”

Raffaele De Rosa

Supersport: Super team MV Agusta, resta Raffaele De Rosa

Leon Camier, Superbike

Superbike: Leon Camier “Non ho bisogno di un nuovo intervento”