Jonathan Rea FP3

Superbike Imola Prove 3: Jonathan Rea sempre più veloce

Il campione del Mondo aumenta il ritmo nell'ultima sessione. Adesso tenterà di conquistare la pole e mettere ulteriore pressione sulle Ducati, che inseguono

11 maggio 2019 - 9:35

Jonathan Rea e Imola, un amore che non finisce più. Nella terza e ultima sessione di prove il campione del mondo ha dato un’altra sferzata agli avversari, scendendo per la prima volta sotto il muro di 1’46″0. Nel finale di sessione (venti minuti), quindi con gomma già abbondantemente usata, Jonathan Rea ha firmato un impressionante 1’45″893, un secondo meglio delle Ducati costrette anche stavolta all’inseguimento.  Il primato ufficiale di Imola è 1’46″393 stabilito due anni fa da Chaz Davies. Il gallese è stato (di poco)  più veloce del caposquadra Alvaro Bautista: 1’46″776 contro 1’46″800 del leader del campionato. E’ la prima volta, nell’intero week, che Bautista scende sotto 1’47”.

ATTACCO ALLA POLE

Finora è stato un fine settimana perfetto per la Kawasaki, mentre la Ducati stenta ancora negli ultimi due settori del tracciato, con entrambi i piloti. Jonathan Rea adesso tenterà di conquistare la pole, che qui a Imola è molto importante. La partenza rivestirà un ruolo importante per la gestione di  gara (19 giri): il 32enne nordirlandese proverà a scappare, mentre le due Ducati hanno un ritmo abbastanza simile con Chaz Davies per la prima volta in grado di giocarsela alla pari con il compagno di squadra Alvaro Bautista.

AVANZA YAMAHA

Nell’intera FP3  Jonathan Rea ha sempre girato sotto 1’47” e nella seconda e ultima uscita ha fatto tutti e quattro i passaggi sul 1’46” basso, segnando il migliore all’ultimo. Mostruoso. Si è girato con cielo leggermente velato, 18°C temperatura aria e 21°C sull’asfalto, quindi condizioni migliori rispetto al giorno precedente. Consistenti progressi sul fronte Yamaha: Alex Lowes è piombato alle spalle dei ducatisti (quarto tempo), qualche spiraglio di luce anche per Marco Melandri autore del settimo crono di sessione. Ricordiamo che alle 15:15 Jonathan Rea sarà a disposizione dei tifosi in zona paddock show, per autografare la sua autobiografia appena uscita in italiano (qui l’acquisto on line)

Foto: Marco Lanfranchi

1 commento

Katana05
11:13, 11 maggio 2019

Su Eurosport France al commento c’è Dario Marchetti.. 🙂

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jonathan Rea

Jonathan Rea: “Adesso Alvaro Bautista è un pò meno mostro”

Superbike 2020, Calendario

Superbike 2020: Calendario, niente Asia ma torna la Germania

Lorenzo Savadori

Superbike 2020: Lorenzo Savadori, (quasi) fatta con Pedercini Kawasaki