Honda, Superbike

Superbike, Honda HRC sarà obbligata a togliere le paratie dal box

Nel box Honda HRC sono comparse paratie anti curiosi come quelle usate in MotoGP. Ma in Superbike deve restare tutto sotto l'occhio delle telecamere

27 febbraio 2020 - 6:05

Honda HRC è tornata in Superbike dopo diciotto anni d’assenza con una squadra diretta emanazione della struttura che segue i fratelli Marquez in MotoGP. Chiaro che il metodo di lavoro sia quello sperimentato in top class, compresa la necessità di tenere celate le operazioni nel box da paratie come quella che vedete nella foto in alto, per nascondere la Fireblade di Alvaro Bautista. Questa procedura è normale in top class, la usano tutti. Ma in Superbike la Honda dovrà cambiare abitudini, perchè i box qui devono restare aperti, e le moto sempre visibili all’occhio …delle telecamere.

DISPOSIZIONI DORNA

Non è scritto nel regolamento sportivo, ma si tratta di una “raccomandazione” che Dorna, da anni,  fa rispettare ai team. Durante le prove,  – tra l’altro – è prescritto di tenere la serranda del box sempre alzata. Se si abbassa a sessione in corso, al pilota non è più consentito riprendere l’attività in pista. Ma vale anche per le paratie: le operazioni nel box devono essere sempre fatte alla luce del sole. Fra un turno e l’altro (cioè a telecamere spente…) ovvio che ciascun team può comportarsi come meglio ritiene.

NESSUN SEGRETO

Honda HRC ha usato queste paratie durante i test, che ovviamente non ricadono sotto la giurisdizione sportiva dei commissari Dorna-FIM. Ma i concorrenti hanno storto la bocca. “In Superbike le modifiche ammesse sono pochissime, il telaio è di serie e può solo essere irrobustito, cos’ha HRC da tenere nascosto?” si è chiesto un direttore sportivo. Non solo: da alcuni anni vige il regime di  “concession parts“, per cui la Honda – come tutti gli altri costruttori – è obbligata a mettere a disposizione dei team clienti una serie di componenti, a prezzo stabilito a tavolino. Sarà interessante verificare, durante il week end di Phillip Island, se le paratie HRC spariranno davvero.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Randy Krummenacher

Randy Krummenacher tira i freni: “Ho un’ottima opinione di MV Agusta”

gabellini mie racing superbike

Superbike: cambio in corsa per MIE Racing, ecco Lorenzo Gabellini

Superbike, Jonathan Rea

Jonathan Rea e Valentino Rossi destini diversi “Se corro ancora a 41 anni, ditemi di smettere””