Superbike, Honda

Superbike: Honda HRC motori ad “uso limitato”, il chiarimento della Federmoto

Alvaro Bautista ha due motori su tre ad "uso limitato" dopo che Honda HRC ha dovuto sostituire le bielle. Il commissario tecnico Superbike ci ha fatto sapere che...

20 settembre 2020 - 8:46

C’è un caso motori Honda in Superbike: il team HRC sta usando tre motori “in deroga”, due sul fronte Alvaro Bautista e l’altro con Leon Haslam. Cosa significa? E perchè si è arrivati a questa situazione mai sperimentata da quando è stato istituito il limite massimo di motori utilizzabili nell’arco della stagione? Piccolo riassunto delle puntate precedenti: in Superbike i propulsori sono contingentati come in MotoGP, qui se ne possono usare la metà dei round in programma. Quindi in questo particolare 2020 sono concessi quattro motori. Non vige l’obbligo del “congelamento” dello sviluppo ad inizio stagione come in MotoGP, le squadre Superbike possono fare evoluzione e punzonare a discrezione. Sforare il limite dei quattro, comporta l’obbligo di partire dai box la gara successiva. Catalunya è il sesto round, e già prima delle prove Honda HRC era al limite dei quattro motori. Alvaro Bautista ne ha solo uno a disposizione “in regola”, uno è stato tolto dalla rotazione (rotto?), due sono “in deroga”.  Leon Haslam ne ha tre in uso, uno in deroga. Qui la tabella ufficiale rilasciata da FIM/Dorna.

Cosa significa “uso limitato”?

Nella lista diffusa giovedi, alla vigilia del round Catalunya, è comporsa una strana dicitura: “Condizione speciale: ammesso un uso limitato causa sostituzione di componenti”. Non era mai successo, e non abbiamo ben compreso cosa significasse. Per cui abbiamo chiesto lumi  al commissario tecnico della Federmoto, l’ex pilota britannico Scott Smart. “Condizione speciale significa che questa moto (la nuova Honda CBR1000R-RR, ndr) ha avuto un richiamo mondiale, di cui pochi hanno avuto notizia perchè è successo durante il lockdown” spiega il commissario. “Su alcuni motori (già punzonati, ndr) sono state sostituite le bielle, per cui adesso non ne permettiamo l’uso illimitato”.  Già, è proprio qui il punto: cosa significa “uso limitato”? Bautista può usare questi propulsori solo in prova e non in gara? Scott Smart non specifica. In ogni caso si tratta di un grande salvagente che l’organizzazione ha lanciato a Honda HRC. In mancanza, Alvaro Bautista probabilmente sarebbe già dovuto partire dai box in qualche occasione. Invece al Montmelò, per la prima volta, ha arpionato la prima fila.

Honda Fireblade ha vinto la 24 Ore!

E’ abbastanza strano che su questo caso gli avversari non abbiano levato pubblicamente voce. Anzi, sul tema specifico nel paddock si avverte una certa resistenza ad intervenire. Potrebbe significare che le concorrenti di Honda non vogliono creare incidenti diplomatici, o magari che in fatto di questioni tecniche è meglio mantenere un profilo basso? In ogni caso la situazione è assai strana, sotto molteplici aspetti. Per esempio: perchè le Honda ufficiali in Superbike hanno avuto questo genere di problemi, mentre la stessa moto  ha appena vinto (dominando…) la 24 ore di Le Mans? Il regolamento Endurance è leggermente più restrittivo di quello del WorldSBK, ma Honda FCC TSR è una struttura assai vicina ad HRC, è improbabile che lo sviluppo tecnico dei due progetti sia cosi diverso. Anche nel BSB Honda non pare aver incontrato difficoltà simili, tanto Glenn Irwin è al comando del campionato.  In ogni caso nel Mondiale si è creato un precedente regolamentare destinato a far discutere.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea 6 mondiali “In Testa”

Ducati, Panigale V2

Ducati, prove di futuro con Panigale V2 955 e Randy Krummenacher

Superbike, Jonas Folger

Superbike, BMW raddoppia con Jonas Folger e il team MGM?