Superbike, Christophe Ponsson

Superbike: Christophe Ponsson scalda l’Aprilia per la wild card Mondiale

L'Aprilia lavora per il rientro nel Mondiale Superbike. Il francese Christophe Ponsson sarà wild card con il team Nuova M2. Intanto ha girato due giorni a Misano

12 giugno 2020 - 16:59

A differenza di quanto avverrà in MotoGP, il promoter Dorna ha dato luce verde alle wild card nei cinque-sei round che completeranno il Mondiale 2020. E’ una buona notizia per Aprilia, che così potrà schierare, com’era nei piani, il francese Christophe Ponsson.  L’operazione è gestita dalla formazione satellite Nuova M2, ormai da anni “costola” del reparto corse di Noale sul fronte delle derivate dalla serie. Dunque un programma seguito molto da vicino dai tecnici capitanati da Romano Albesiano. Aprilia non nasconde la velleità di rientrare nel Mondiale, magari già a partire dal 2021, con la RSV4 maggiorata a 1100 che intanto correrà il CIV con Lorenzo Savadori. Si confida in un allargamento delle maglie del regolamento, che potrebbe prevedere un sistema di bilanciamento delle prestazioni tramite limitazione dei giri motore. Dorna è favorevole, ma per una concessione di questa portata ci vorrà l’assenso della MSMA, cioè degli altri Costruttori.

Lucio Gomez alla regia

Che l’operazione Ponsson sia di estremo interesse per Noale, lo testimonia anche il livello della struttura tecnica messa in piedi. A dirigere le operazioni nel box ci sarà infatti Lucio Gomez, tecnico di provata esperienza, che in passato ha lavorato con fior di campioni. E soprattutto gode di fiducia incondizionata da parte dei tecnici del reparto corse. Ricordiamo che Dorna ha già annunciato tre round: 2 agosto a Jerez (Spagna), 9 agosto Portimao (Portogallo) e 30 agosto Motorland Aragon (Spagna). Ponsson prima del lockdown aveva già avuto modo di girare a Jerez e Portiamo, nelle prossime settimane Aprilia Nuova M2 andrà anche ad Aragon per portarsi avanti con la messa a punto.

“La mia fiducia è migliorata”

Christophe Ponsson, nonostante la giovane età (25 anni), ha all’attivo una stagione di Mondiale completa nel 2015, guidando prima per il team Grillini e successivamente per Perdercini, sempre in sella a moto Kawasaki. Successivamente ha gareggiato in Superstock, nel campionato francese e nel CEV. Lo scorso settembre a Misano fece parlare di se debuttando in MotoGP sulla Ducati Avintia di Tito Rabat, concludendo 23° e staccatissimo dai primi. “Sono contento di come è andato questo test anche se la pioggia non ci voleva” spiega Christophe Ponsson. “Adesso ho un buon feeling con la RSV4 preparata per il mondiale SBK. Le mie sensazioni sono migliorate molto. Nei test di Portimão non ero a mio agio sulla moto, abbiamo lavorato molto su questo aspetto e il team ha portato delle nuove soluzioni per permettere di migliorare il mio confort in sella e automaticamente capire molto meglio le caratteristiche di questa RSV4. Abbiamo lavorato anche sul setup, adesso curvare è più facile, ci serve solo più tempo per fare altri chilometri su pista asciutta”. 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike, Alvaro Bautista esagerato “La Honda era impossibile da guidare”

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea 6 mondiali “In Testa”

Ducati, Panigale V2

Ducati, prove di futuro con Panigale V2 955 e Randy Krummenacher