Superbike: Chaz Davies secondo, occasione sprecata?

Il gallese parte a razzo ma la rimonta si ferma al secondo posto. "Nel finale non avevo più gomma per attaccare Jonathan Rea". Oggi le ultime due opportunità

26 ottobre 2019 - 9:08

Chaz Davies partendo più avanti della quarta fila avrebbe potuto battere Jonathan Rea in gara 1? Osservando il cronologico si direbbe di no, ma forse  sarebbe stata una gran battaglia. Il ducatista è riuscito a recuperare otto posizioni al primo giro, da dodicesimo a quarto e al secondo passaggio (suo giro veloce in 1’57″487) aveva 2″211 di distacco dal capofila, scattato dalla pole. E’ lo stesso divario pagato all’arrivo. Jonathan Rea ha fatto il suo miglior passaggio in 1’57″307, anche lui al secondo. Dopo essersi sbarazzato di Alex Lowes, a tre giri dalla fine Chaz Davies era a soli 0″823 dal leader. A gomme finite per entrambi, il nordirlandese stava semplicemente controllando: fiutato il pericolo, ha dato una nuova scossa e ha ristabilito le distanze. Jonathan Rea è sembrato così in controllo della situazione da far sorgere un dubbio: era al limite, oppure ne aveva ancora in tasca?

LA SUPERPOLE AD HANDICAP

La Ducati ha complicato la situazione con il mezzo disastro in Superpole. “Non sono riusciuto a sfruttare la gomma ultrasoffice” ha poi ammesso Chaz Davies. “Ho fatto una mega partenza, anche se alla prima curva ho rischiato molto. Ho perso un pò di tempo nel districarmi dal gruppo, ma avevo un ottimo ritmo e sono stato attento a gestire la gomma. Nel finale vedevo che Jonathan non era pulito, faceva errori, e ho sperato che calasse un pò d’aderenza. Invece ha mantenuto il ritmo, e io non avevo più gomma per attaccarlo.”

ANCORA UNA PARTENZA DA DIETRO

Chaz Davies scatterà di nuovo dalla quarta fila (dodicesima casella)  nella gara sprint che partirà alle 15, ora italiana. “L’obiettivo è scattare bene e riuscire a conquistarmi una migliore posizione di partenza per gara 2.” Il gallese ne è consapevole: partendo dalla pole, su appena dieci giri, Jonathan Rea è fuori portata.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ducati, Marco Zambenedetti

Superbike: Marco Zambenedetti “Ducati Mondiale? Dovremo essere perfetti”

Scott Redding, Ducati

Scott Redding in agguato: “Jonathan Rea, mi sto avvicinando”

Jonathan Rea

Superbike Test Aragon, giorno 1: Jonathan Rea riparte a tutto gas