Tom Sykes #NLDWorldSBK

Superbike Assen: Tom Sykes “Adesso voglio pista libera”

Tom Sykes è rimasto fregato dalla bandiera rossa in Superpole: aveva quattro decimi di vantaggio al T2. Ora ha il podio nel mirino ma...

13 aprile 2019 - 19:03

Tom Sykes ha aveva già in tasca per metà la prima Superpole con la BMW. Nel suo giro con super soffice è transitato al T2 con oltre quattro decimi di vantaggio su Alvaro Bautista, ma la bandiera rossa ha mandato tutto in fumo.  “La S1000RR era come incollata alle rotaie, i primi due settori erano stati speciali, riuscivo a fare quello che volevo. Poi…” (Qui cronaca e classifica della Superpole)

“SAREBBE STATO UN TEMPO MOLTO BELLO

Certo, il tempo sul giro sarebbe stato bello e probabilmente mi sarei assicurato la pole position, ma è quello che è” filosofeggia Tom Sykes. “Sono dispiaciuto di partire dalla seconda fila perché siamo stati tra i primi tre per tutto il weekend, ma sono fiducioso per la gara. Voglio partire e poter guidare con la pista libera. Questo è il mio piano ideale. Semplicemente non voglio essere coinvolto nel casino che si scatenerà nei primi giri. Voglio andare avanti o almeno nel gruppetto dei migliori tre il prima possibile.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Jonathan Rea

Superbike Argentina: Jonathan Rea non molla, altra doppietta!

Federico Caricasulo

Supersport Argentina: Federico Caricasulo accorcia le distanze

Superbike, Jonathan Rea

Superbike Argentina: Jonathan Rea che sprint, ora sono 84