Garrett Gerloff, Superbike

Superbike Argentina: Warm up, Garrett Gerloff mette la testa avanti

Si rivede al vertice Garrett Gerloff miglior tempo nel warm up a precedere Redding e Rea. La prende comoda Toprak, che oggi potrebbe essere campione del mondo

17 ottobre 2021 - 15:21

Toh, chi si rivede! Nei quindici minuti di warm up, su pista molto più fresca di quella che i piloti troveranno nelle due gare odierne, Garrett Gerloff ha ottenuto il miglior tempo. Il texano precede Scott Redding e Jonathan Rea, invece l’ha presa comoda (si fa per dire…) Toprak Razgatlioglu che oggi potrebbe chiudere in anticipo i giochi Mondiali.

Scott Redding mette la testa avanti

Quello di Gerloff è stato un lampo isolato, proprio allo scadere dei quindici minuti. Chi invece ha girato veramente forte è Scott Redding, che con la Ducati forse è l’unico che oggi potrebbe creare qualche grattacapo ad un Toprak Razgatlioglu. Con la Yamaha il turco in gara 1 ha fatto il vuoto, comandando dal primo all’ultimo giro con una scioltezza disarmante. Redding era scivolato alla prima curva, vedremo oggi se il ducatista riuscirà ad attuare il suo piano: “Ora non ho più interessi di classifica, posso rischiare senza alcuna remora”.

Jonathan Rea ha alzato bandiera bianca?

I cinque secondi di distacco incassati al termine di gara 1 forse sono stati il colpo di grazia alle speranze iridate di Jonathan Rea. “Ho fatto il massimo che potevo” ha spiegato il sei volte iridato: con l’attuale pacchetto Kawasaki-Pirelli il limite è quello, oltrepassarlo significa andare a caccia di guai. Oggi Toprak per chiudere il Mondiale deve vincere sperando che Rea faccia zero punti: è una combinazione abbastanza improbabile, inoltre bisognerà vedere che atteggiamento assumerà il capofila. Spingerà al limite, come sabato, o gestirà la situazione, visto che il traguardo è più vicino?

Scelta di gomma? Obbligata

Non ci saranno sorprese nella scelta di gomme: sul tracciato di San Juan le uniche soluzioni praticabili si stanno rivelando le supersoffici, sia anteriore che soprattutto posteriore. In gara 1 infatti tutti i ventuno piloti in griglia hanno montano la SCX, la gomma preferita da Toprak Razgatlioglu e invece più volte criticata dai diretti rivali Scott Redding e Jonathan Rea. Il campione della Kawasaki all’anteriore ha montato la scelta SC2, cioè la più dura fra le due disponibili, mentre gli altri venti piloti hanno puntato sulla SC1.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Toprak Razgatlioglu

Superbike, Yamaha campione: ma in Giappone priorità alla MotoGP

Superbike, Chaz Davies

Superbike, Chaz Davies cerca lavoro: “Questo è il mio mondo”

Iker Lecuona

MotoGP, Iker Lecuona critica KTM: “Non è corretto”