Toprak, Superbike Argentina

Superbike Argentina: Toprak sarà il pilota da battere?

Il talento turco torna all'assalto di Jonathan Rea e del terzo posto nel Mondiale: Alex Lowes è distante appena diciannove punti

9 ottobre 2019 - 8:21

Toprak Razgatlioglu è il pilota che tutti dovranno temere nel week end della Superbike in Argentina? I precedenti fanno propendere per questa ipotesi che solo qualche mese fa sarebbe sembrata fantasiosa. Il pilota turco di Kawasaki Puccetti nel precedente round in Francia ha scritto il suo nome nell’albo d’oro dei vincitori del Mondiale, conquistando una portentosa doppietta. Toprak ha vinto di forza rimontando dalla sesta fila, senza mostrare alcun timore reverenziale nei confronti di Sua Maestà Jonathan Rea nei bollenti giri finali. A Magny Cours è mancata la ciliegina sulla torta: Toprak ha buttato via gara 2, quella che sulla carta era più abbordabile, visto che scattava dalla pole. La caduta  al secondo giro, che ha coinvolto anche l’incolpevole  Alvaro Bautista, è un incidente di percorso giustificabile. Il turco, 22 anni,  è un talento ma è soltanto alla seconda stagione in Superbike. Qui gli orari in pista e in TV

I PRECEDENTI 2018

Sul tracciato di El Villicum Toprak è già salito sul podio lo scorso anno, terzo in gara 1 alle spalle di Jonathan Rea, imprendibile, e Marco Melandri con la Ducati V2. Nella sfida finale fece settimo, a 12 secondi dal solito Rea accompagnato sul podio dai ducatisti Xavi Fores e Marco Melandri. Il potenziale 2019 però è assai più alto: Toprak è più forte, più determinato e più esperto. Inoltre dispone di una Kawasaki ZX-10R quasi identica a quella di Jonathan Rea, magistralmente gestita dallo staff di Puccetti Racing. Ipotizzare tre incandescenti confronti diretti con Jonathan Rea è scontato. L’Argentina sarà la penultima uscita con la Kawasaki: fra poco più di un mese Toprak salirà sulla Yamaha YZF-R1 che guiderà nelle due prossime stagioni iridate.

“PUNTO AL TERZO POSTO MONDIALE”

Toprak ha anche un’altro validissimo motivo per andare all’attacco: è a soli 19 punti dal terzo posto Mondiale occupato da Alex Lowes, il pilota britannico che sostituirà in Yamaha. Con sei gare e 124 punti ancora in palio, è un obiettivo plausibile.  “Sono felice di tornare in Argentina e di correre sul tracciato di San Juan Villicum” racconta Toprak Razgatlioglu. “L’anno scorso mi trovai subito a mio agio su questo tracciato e mi divertii molto. La doppia vittoria di Magny Cours ha confermato la nostra competitività e ci ha rilanciato nella corsa per il terzo posto nella classifica del campionato. Ora dobbiamo continuare a lavorare con questo impegno e a dare il massimo puntando sempre al massimo risultato”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Scott Redding

Superbike: Scott Redding “Ducati ha tutto per vincere”

Raffaele De Rosa

Supersport: Super team MV Agusta, resta Raffaele De Rosa

Leon Camier, Superbike

Superbike: Leon Camier “Non ho bisogno di un nuovo intervento”