Superbike, Andrea Locatelli e Toprak Razgatlioglu

Superbike, Andrea Locatelli rivelazione: “Toprak mi ha aiutato”

Andrea Locatelli rivelazione del Mondiale Superbike 2021. Ringrazia il compagno di box Toprak Razgatlioglu e ora punta al 4° posto finale.

9 ottobre 2021 - 9:51

Quattro podi già in cassaforte per Andrea Locatelli alla sua prima stagione nel Mondiale Superbike. In Argentina e Indonesia ha ancora molto da giocarsi: il 4° posto finale contro la Ducati di Michael Rinaldi. Sarebbe il risultato più prestigioso che poteva attendersi in veste di rookie, alle spalle del triumvirato formato da Razgatlioglu, Rea e Redding.

E’ arrivato nel WorldSBK da campione in carica SSP, ha subito conquistato e riconfermato la fiducia della Yamaha. Per lui è arrivato il prolungamento di contratto per altri due anni e condividerà il box con Toprak, leader del campionato. “Per me è un buon compagno di squadra, un ragazzo molto calmo. Mi ha aiutato molto all’inizio e anche adesso – racconta Andrea Locatelli in un’intervista a Motosan.es -. Per tutto il weekend collaboriamo per migliorarci. Questo è un buon modo per alzare il livello della squadra, quindi sono molto felice di condividere il box con lui“.

Obiettivo quarto posto

Messo frettolosamente  fuori dal paddock del Motomondiale, il lombardo si sta rivelando la rivelazione di questa stagione Superbike. Ha stupito tifosi, squadra e anche se stesso. Quando non mette i piedi sul podio è lì ai piedi a contendersi la quarta o quinta piazza. “Pensavo ci sarebbe voluto più tempo per adattarsi.  Ma alla fine mi è andata abbastanza bene fin dall’inizio, perché avevo un buon feeling. Sicuramente mi hanno aiutato molto il team e anche Toprak. Ho cercato di seguirlo lungo la pista per capire come si deve guidare la R1. Abbiamo fatto il primo podio ad Assen, ci siamo messi sulla buona strada e ora abbiamo tutto per fare bene“.

Il prossimo round in Argentina sarà un banco di prova importante per Andrea Locatelli. Non ha mai gareggiato sul tracciato di San Jaun, ma in palio ci sono punti importanti per la classifica. L’obiettivo è completare questa stagione in Superbike al 4° posto. Peccato per i punti persi a a Portimao dopo il contatto con Michael van der Mark… “Fino alla fine cercheremo di essere davanti a Michael. Proveremo anche a vincere una gara o a guadagnare quanti più podi possibile“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

Max75BA
15:53, 9 ottobre 2021

Locatelli e Bassani sono d’applausi, da Rinaldi mi aspettavo qualcosina in più, però come primo anno da ufficiale se finisce 3° è okay!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Leon Haslam

Superbike, HRC ritarda gli annunci. Haslam: “Corro fino a 50 anni”

Superbike, Scott Redding

Superbike, Redding e l’affronto di Bassani: “Ho mostrato la mia autorità”

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea: “Bautista-Razgatlioglu sfide diverse”