Superbike, Alvaro Bautista

Superbike: Alvaro Bautista “Il calendario accorciato penalizza la Honda”

Alvaro Bautista teme che il calendario Superbike ridotto e con gare ravvicinate si riveli uno svantaggio per la nuova Honda. "Ma voglio il Mondiale, adesso o l'anno prossimo"

16 giugno 2020 - 15:05

Il nuovo calendario Superbike compresso e accorciato penalizzerà la Honda. Ne è convinto Alvaro Bautista, l’ex ducatista passato ai giapponesi per tentare di far volare l’ambiziosissima CBR-RR. Disputato regolarmente il round in Australia, prima del lockdow, il Mondiale delle derivate dalla serie riprenderà il 1-2 agosto a Jerez, in Spagna. Dorna ha annunciato anche Portimao (8-9 agosto) e Motorland Aragon (29-30 agosto). Il resto del calendario dovrebbe uscire questa settimana. “Sarà una stagione più breve del normale, per noi è peggio perché abbiamo bisogno di più tempo in pista” lamenta Alvaro Bautista“Nei test invernali non ci siamo davvero divertiti, perchè non siamo riusciti a lavorare come volevamo. Siamo partiti in ritardo e lo stop per il virus sarà uno svantaggio per noi”. 

“Sono qui per vincere il Mondiale”

In Australia, al debutto con la nuova Honda, Alvaro Bautista ha concluso le due gare lunghe in sesta posizione, incappando in una scivolata durante la Superpole Race. “Il potenziale è molto alto ma dobbiamo ancora trovare il modo di mettere tutto al posto giusto” ha spiegato lo spagnolo a WorldSBK. “Non siamo lontani dal vertice, già a Phillip Island il gap era molto ridotto e abbiamo lottato per dei buoni piazzamento. Ho scelto la Honda per vincere il Mondiale, non so se sarà questa stagione o la prossima, ma sono qui per questo. Anche la Honda è tornata con lo stesso mio obiettivo.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike, Alvaro Bautista esagerato “La Honda era impossibile da guidare”

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea 6 mondiali “In Testa”

Ducati, Panigale V2

Ducati, prove di futuro con Panigale V2 955 e Randy Krummenacher