Scott Redding

Scott Redding al top: “Peccato manchi Jonathan Rea”

Il ducatista svetta con la gomma da qualifica, ma il primo giorno è stato molto incisivo anche in configurazione gara. Oggi l'attacco ai primati del Cannibale?

27 gennaio 2020 - 8:08

Scott Redding non ha resistito alla tentazione: a pochi minuti dalla fine del primo giorno di test a Portimao ha fatto montare una gomma da qualifica e ha sparato il tempone. “Non è importante, stiamo solo facendo dei test, per cui essere davanti adesso non significa niente” ha puntualizzato il campione BSB 2019. “Però sono stato veloce anche in configurazione gara, anche con gomme vecchie di dieci giri sono riuscito a tenere un passo costante di 1’42″3-1’42″5″. I riferimenti dei test vanno interpretati, Redding conosce come funziona. “La cosa più importante della giornata è stata che con una gomma da 23 giri ho fatto 1’42″7. Significa che se si corresse oggi, sarei veloce nel finale di gara.” Qui tutti i tempi del primo giorno.

“PORTIMAO? NON LA CONOSCO ANCORA BENE”

Redding ha fatto notare che, rispetto agli piloti del Mondiale, lui conosce ancora relativamente poco Portimao. Fra l’altro il neoacquisto della Ducati avrà il vantaggio di debuttare in Superbike su quattro tracciati MotoGP, che quindi conosce a menadito: Phillip Island, Losail, Jerez e Assen. Da Imola in poi SC45 entrerà in una dimensione sconosciuta, ma si vedrà…”Stiamo lavorando molto sul retrotreno, abbiamo cambiato vari particolari per ottenere maggiore stabilità e ho una sensazione migliore. Ho compiuto oltre cento giri il primo giorno, mi sento abbastanza stanco.

“PECCATO MANCHI JONATHAN REA”

Redding era stato il più veloce di giornata anche ad Aragon, a metà novembre, alla seconda uscita con la Ducati del team Aruba.it Ma anche in quella occasione Jonathan Rea aveva lasciato pista libera, saltando gran parte della sessione conclusiva. A Portimao la Kawasaki non c’è, oggi (lunedi 27 gennaio) Rea e Alex Lowes sono impegnati sul tracciato di Catalunya. “Peccato che manchi Jonathan, è lui il riferimento. Sarebbe stato interessante vedere a che punto siamo. Ma comunque mi sento abbastanza bene, ci stiamo preparando al meglio per l’Astralia.” Ricordiamo che Jonathan Rea detiene tutti i record di Portiamo: in gara con 1’41″272 e in Superpole (gomma da qualifica) in 1’40″372. Redding domenica, con la qualifica, ha fatto 1′”41″179. Ducati molto bene, ma ancora non basta…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Scott Redding

Scott Redding: “Ecco perchè ho rifiutato l’offerta BMW”

Superbike, Jonathan Rea: “Quando ricominceremo, sarò pronto”

Alvaro Bautista, Superbike

Superbike: Il dubbio di Alvaro Bautista, la Honda ha troppa potenza?