Tom Sykes: “Nel 2013 più forti rispetto a quest’anno”

Ambizioso dopo il titolo sfiorato nel 2012

16 dicembre 2012 - 23:38

Artefice della miglior stagione di sempre della Kawasaki in Superbike da un ventennio a questa parte, quest’anno Tom Sykes è arrivato davvero ad un soffio da una vera e propria impresa, mancando di 1/2 punto la conquista del titolo iridato. Ben 375.5 punti all’attivo, 13 podi in 26 gare comprensivi di 4 vittorie diventando ben presto il nuovo “Mister Superpole” (9 in 13 eventi), per il 2013 il forte pilota britannico non può che esser fiducioso, a maggior ragione dopo aver spiccato riferimenti cronometrici convincenti in tutte le sessioni di test invernali tra Aragon, Jerez e Valencia. “Pensando al 2013 sono molto ottimista e felice, senza dubbio di più rispetto all’inizio dello scorso anno“, afferma Tom Sykes. “Adesso abbiamo la continuità di risultati e abbiamo raggiunto un ottimo livello di competitività. Quest’anno tutti hanno visto l’impegno di Kawasaki: è stato un fantastico lavoro di squadra, da parte della casa madre, dei ragazzi del team, di tutti. I risultati hanno gratificato il nostro lavoro“. Con il titolo mondiale mancato per 1/2 punto, inevitabilmente Sykes è uno dei principali candidati (se non “il candidato”) al massimo alloro per la prossima stagione. “Senza dubbio nel 2013 ci saranno più aspettative, ma sento che posso gestire questa situazione. A Magny Cours quest’anno ero secondo in campionato e avevo tante pressioni, considerato che potevo ancora vincere il campionato.

Non ho commesso errori e siamo arrivati ad un soffio dal traguardo finale: di questo non posso che esser orgoglioso. In sintesi, ne sono convinto, nel 2013 ci presenteremo più forti e veloci rispetto al 2012

“, ha concluso “The Grinner”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding in Catalunya

Superbike, Scott Redding: “Mi sento in colpa per il sorpasso a Bassani”

Superbike, Razgatlioglu contro Rea

Superbike, sfortuna Razgatlioglu: cosa è successo alla Yamaha R1

Supersport Catalunya Gara 1

Supersport, Gara 1 Catalunya: Krummenacher si impone con il flag-to-flag