Superbike: van der Mark e Lowes confermati in Yamaha per il 2019

Il team Pata Yamaha ha ufficializzato i nomi dei piloti con cui affronterà il 2019: confermati sia van der Mark che Lowes, compagni di squadra per la terza stagione consecutiva.

20 luglio 2018 - 8:45

Non cambia la formazione Pata Yamaha Official WorldSBK Team per la prossima stagione: sia Michael van der Mark che Alex Lowes sono stati confermati per il 2019. Si tratterà quindi della terza stagione consecutiva da compagni di squadra, con risultati in costante crescita: l’olandese infatti ha ottenuto una doppia vittoria nel round a Donington, oltre ad aver conquistato altri sette podi che gli permettono di occupare la terza piazza iridata. Per il britannico, il primo successo è arrivato nel corso della tappa successiva a Brno, quando ha chiuso in maniera netta Gara 2. A questo si aggiungono altri tre podi ed il quinto posto in classifica iridata.

“Sono contento di aver raggiunto questo accordo con Yamaha” ha dichiarato van der Mark. “Credo in questo progetto, la squadra crede in me e questa è combinazione solida. Stiamo ancora lavorando per migliorare, ma ciò significa che abbiamo compiuto importanti passi avanti: stiamo infatti vincendo gare e lottando nelle posizioni di vertice in ogni gara. Dobbiamo continuare così, puntando a quello che è il nostro maggiore obiettivo, vale a dire lottare per il titolo iridato.”

Chiaramente soddisfatto anche Lowes: “Sono lieto di continuare a far parte del progetto Yamaha, nel quale sono coinvolto fin dal loro ritorno nella serie nel 2016. Da allora abbiamo vissuto tanti momenti diversi insieme: soddisfazioni, qualche ricordo negativo, ma siamo decisamente in salita. Ho conquistato anche il mio primo successo nel corso di questa stagione e questo significa che dobbiamo aspettarci molto nel corso di ogni round. Credo molto in questo progetto, la mia ambizione è sempre stata puntare al titolo iridato e non penso sia un’idea così assurda, visti i progressi compiuti. Non mi sono mai divertito tanto in gara come con questa squadra e continuerò a dare sempre il massimo. Ringrazio Eric de Seynes, Andrea Dosoli e Paolo Pavesio in Yamaha, oltre a Paul Denning dalla squadra, per la fiducia riposta in me.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike 2020: Tom Sykes resterà in BMW

Sandro Cortese, ma come hai fatto a correre conciato così?

Alvaro Bautista: adesso è lui che aspetta risposta da Ducati