Superbike: ultima gara per la squadra ufficiale Ducati

A Magny Cours l'addio del team Ducati Xerox dalla Superbike

30 settembre 2010 - 4:53

Bayliss, Fogarty, Toseland, Hodgson, Corser, Polen, Roche, solo per citare i campioni del mondo, hanno corso con la squadra ufficiale Ducati nel mondiale Superbike. Dopo 16 titoli costruttori e 13 piloti, dopo aver scritto pagine di storia del motociclismo, la Ducati a Magny Cours per l’ultima volta sarà presente con il proprio “factory team” Ducati Xerox, complice la scelta (per molti quantomeno “incomprensibile”) di concentrare le risorse su altri progetti, lasciando alle squadre “satellite” (Althea, Supersonic, Liberty Racing) il compito di tenere alta la bandiera Ducati Corse nel World Superbike dal prossimo anno.

A Imola i Ducatisti, dai clienti possessori di moto ai tifosi, hanno mostrato pubblicamente il proprio disappunto in un weekend quasi ad anticipare il 2011: le Ducati 1198 più veloci sono risultate quelle dei team Althea e DFX, con Carlos Checa autore di una strepitosa doppietta e Lorenzo Lanzi sul podio di Gara 1 proprio davanti a Noriyuki Haga, 3° e 2° nelle due manches.

Insomma, le Ducati in Superbike non mancheranno e lotteranno al vertice, con il reparto corse che ha assicurato sviluppo continuo per le attuali 1198 e per la nuova “1199” pronta all’esordio per il 2012. Nel frattempo a Magny Cours si registrerà l’addio del Ducati Xerox Team, con la volontà di chiudere in bellezza un’avventura straordinaria.

Noriyuki Haga, che nel 2011 sarà con il team DFX-Borciani ed un’Aprilia RSV4 con livrea Pata, punta ad una nuova vittoria dopo il Nurburgring ed il doppio-podio a Imola. Medesimo discorso per Michel Fabrizio, prossimo al team Suzuki Alstare, che con Ducati è diventato un protagonista assoluto della categoria crescendo agonisticamente nelle ultime tre stagioni.

Dopo Magny Cours, “liberi tutti”: chi resterà in Ducati Corse, chi ha già accettato offerte da altre squadre. Le 1198 in ogni caso non mancheranno in griglia di partenza l’anno prossimo, anche se un pò meno rosse del solito…

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Ducati

Superbike, la Ducati a Portimao si affida all’aerodinamica

Superbike, Scott Redding

Scott Redding tra Superbike e MotoGP: una ‘bomba’ nel box Ducati

Superbike, Yamaha

Superbike: Yamaha corre ai ripari, c’è un problema motori come in MotoGP?