Superbike: Tom Sykes parla dell’accordo con Kawasaki

Felice di ritrovare il team Paul Bird Motorsport

18 gennaio 2010 - 7:33

La scelta Kawasaki di ingaggiare Tom Sykes ha sorpreso molti nel paddock del World Superbike, ma non chi conosce il “vero” Sykes. Tra questi c’è Paul Bird, che ha deciso di scommettere nuovamente sul pilota che l’ho avuto nella propria squadra nel 2007, quando correva con una Honda nel British Superbike (team Stobart). Con lui avrebbe voluto passare anche nel WSBK, ma Sykes decise di correre con Rizla Suzuki: due anni più tardi le loro strade si sono di nuovo incrociate, ed il pilota Huddersfield è particolarmente felice di far parte di questo programma.

Sono al settimo cielo per esser coinvolto direttamente nel progetto Kawasaki“, afferma Tom Sykes. “Hanno una grande storia nelle competizioni e siamo tutti determinati a ottenere dei buoni risultati. Per me aver già corso con questa squadra (il Paul Bird Motorsport, ndr) è stato un vantaggio nei primi test, conosco già tutti e sanno il mio metodo di lavoro e le mie esigenze. In più torno con Kawasaki: nel 2001 ho debuttato con le moto a quattro tempi con una ZX-6R nella Junior Superstock britannica, e di questo ne son molto felice“.

Sykes ha già provato la Kawasaki a Portimao, Almeria e Jerez e questo fine settimana tornerà in azione proprio all’Autodromo do Algarve.

Questa volta potrà inoltre girare con la casacca ufficiale del Kawasaki World Superbike Racing Team, impossibilitato in precedenza per il contratto con Yamaha.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Ducati

Superbike, la Ducati a Portimao si affida all’aerodinamica

Superbike, Scott Redding

Scott Redding tra Superbike e MotoGP: una ‘bomba’ nel box Ducati

Superbike, Yamaha

Superbike: Yamaha corre ai ripari, c’è un problema motori come in MotoGP?