Superbike: Sylvain Guintoli “Ottenuto il massimo”

Una vittoria ed un terzo posto, leader del mondiale

23 febbraio 2014 - 14:27

Quasi quattro mesi senza salire in sella ad una moto, due operazioni alla spalla destra, un inverno da incubo. Eppure Sylvain Guintoli lascia Phillip Island, teatro del primo round del Mondiale Superbike 2014, non soltanto da vincitore di Gara 2 ma in qualità di capoclassifica di campionato con 10 punti di vantaggio rispetto al connazionale Loris Baz, 13 nei confronti del proprio compagno di squadra Marco Melandri.

Il merito di questa vittoria è di tutta la squadra e delle persone che mi hanno seguito in questi mesi durante la mia riabilitazione“, afferma Sylvain Guintoli. “Mi sono presentato qui in Australia con diverse preoccupazioni, ma tutto è andato per il meglio e credo di aver ottenuto il massimo.

In Gara 1 forse sono stato un pò troppo “ottimista”: sono partito molte forte e nel finale non avevo più il feeling giusto con la gomma posteriore. Le condizioni erano molto diverse da quelle trovate nei giorni scorsi, comunque abbiamo fatto un buon lavoro.

Nella seconda gara ho provato a stare più attento ed ha funzionato. Se penso a quello che è successo durante l’inverno non posso che essere contento del nostro weekend…”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jonathan Rea, Portimao Test

Superbike: Jonathan Rea prova l’evoluzione Kawasaki 2020

Takumi Takahashi

Superbike: Honda HRC porta Takumi Takahashi ai test di Portimao

Sylvain Guintoli

Sylvain Guintoli, un’estate in Suzuki senza sosta