Superbike, Razgatlioglu contro Rea

Superbike, sfortuna Razgatlioglu: cosa è successo alla Yamaha R1

Toprak Razgatlioglu chiude con zero punti il primo round Superbike in Catalunya. Un problema di elettronica lo mette ko a 6 giri dal traguardo.

18 settembre 2021 - 20:32

La sfortuna si abbona a Toprak Razgatlioglu che deve abbandonare l’asfalto del Montmelò a sei giri dal traguardo, quando la vittoria era in pugno. Un sabato di Superbike da dimenticare per il team Yamaha ufficiale, con il turco che stava sfoderando la sua miglior prestazione sul bagnato in carriera. Per Jonathan Rea è una boccata di ossigeno puro e si riporta in testa alla classifica del Mondiale, ma il vantaggio è di soli 6 punti (376 contro 370). “Oggi ero in vantaggio per la prima volta in condizioni di bagnato. Sei giri prima della fine della gara ho avuto un problema con l’elettronica. Mi ha sorpreso. All’inizio ero infastidito“.

Una gara in scalata

Toprak Razgatlioglu ha retto agli attacchi di uno strepitoso Axel Bassani, mentre Jonathan Rea si spegneva nel finale. Poteva essere un colpo “mortale” per la corsa al titolo Superbike, invece nel box Yamaha regna rabbia mista a sconforto. “Dopo aver superato Johnny, mi sono detto che era la mia gara“, ha aggiunto il turco. “Normalmente non guardo alla classifica. Mi concentro sempre sulla vittoria della gara. Ora sono a sei punti da Johnny“. Domani conta su due buone gare per riportarsi in testa al campionato, ma in caso di asciutto gli equilibri in pista potrebbero rimescolarsi.

Cosa è successo alla R1? La batteria stava perdendo tensione e di conseguenza l’elettronica non funzionava più. Se questo guasto fosse dovuto all’acqua sull’asfalto è attualmente oggetto di indagine. Dopo gara 1 si complimenta con il giovane Bassani. “E’ sempre veloce sul bagnato“, ha detto Toprak. “Ho visto anche che l’elettronica della Ducati funziona molto bene sul bagnato. Bassani non mi ha sorpreso, ho guidato contro di lui anni fa. Mi aspettavo che venisse anche van der Mark, anche lui è veloce sotto la pioggia come al solito. È stata una buona gara per me, solo che non è finita bene“. Ma la domenica di Superbike si preannuncia a dir poco avvincente.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Leon Haslam

Superbike, HRC ritarda gli annunci. Haslam: “Corro fino a 50 anni”

Superbike, Scott Redding

Superbike, Redding e l’affronto di Bassani: “Ho mostrato la mia autorità”

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea: “Bautista-Razgatlioglu sfide diverse”