redding superbike

Superbike, Scott Redding: “Soffrire per 20 giri e vincere, niente male!”

Sabato trionfale per Scott Redding: a Jerez arrivano la prima pole e la prima vittoria in Superbike. E per domenica? "Fare come oggi!"

1 agosto 2020 - 17:02

La prima pole position, seguita dalla prima strepitosa vittoria: la firma è quella di Scott Redding. Al secondo round dell’anno d’esordio nel Mondiale Superbike il campione BSB in carica trionfa sul bollente tracciato di Jerez. Una partenza non brillantissima, ma non basta per tagliarlo fuori dalla lotta per il podio. Negli ultimi sei giri poi ecco la zampata definitiva, quella che gli permette di superare e staccare l’attuale Re delle derivate di serie, Jonathan Rea.

Oltre 60° C sull’asfalto, condizioni quindi particolarmente difficili per tutti, ma Scott Redding fa centro al quarto tentativo. La dimostrazione che il triplice terzo posto australiano era solo l’inizio. Una bella sfida tra lui e l’iridato Jonathan Rea, che ha comandato la competizione per la maggior parte dei giri. Non è bastato per arginare il pilota britannico, determinato a ripetersi anche domenica. Ducati ora può davvero sognare in grande?

“Prima pole position e prima vittoria nello stesso giorno!” Un sabato davvero trionfale per Redding, che batte il suo primo colpo dopo la lunga pausa forzata. “Faceva davvero molto caldo” ha sottolineato. “Ho cercato di rimanere sempre concentrato, ma è stata una gara difficile. Domani poi ne abbiamo altre due! Da dire che stiamo vivendo tutti la stessa situazione, quindi dobbiamo cercare di dare costantemente il massimo possibile.”

“Siamo stato fortunati a finire la gara in queste condizioni” ha aggiunto. “Ho cercato di conservare un po’ le energie soprattutto all’inizio, ma ho avuto parecchie difficoltà nel finale di gara.” Pronostici per domenica? “Sarebbe interessante concludere come abbiamo fatto oggi. Soffrire per 20 giri e poi vincere la gara, dopotutto non sarebbe così male! Cercheremo di continuare questo bel momento e di dimostrarci sempre competitivi.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

rinaldi superbike

Superbike, Michael Rinaldi: “Sorpreso dalla Ducati Panigale V4 R 2020”

Superbike: Andrea Locatelli, primo contatto con la R1. “Moto bella e potente!”

Superbike, Andrea Locatelli

Superbike, Estoril: Andrea Locatelli primo assaggio di Yamaha R1