michael rinaldi superbike

Superbike, Rinaldi saluta il 2021 dall’ospedale: “Ho dato il massimo”

Michael Rinaldi in ospedale dopo una brutta caduta in gara 2 in Indonesia. I controlli hanno escluso fratture. "Dispiace sia finita così, grazie alla squadra."

22 novembre 2021 - 11:52

“Non proprio il finale di stagione che mi sarei aspettato.” Queste le prime parole di Michael Rinaldi, che ha chiuso il campionato da un letto d’ospedale, dopo un violento highside occorsogli durante l’ultima corsa. I fortissimi dolori iniziali al collo accusati subito dopo dal pilota Ducati facevano temere qualche frattura, ma dopo i dovuti controlli in ospedale, decisi in accordo con la squadra, questa eventualità è stata esclusa. Certo rimangono alcune problematiche a livello di muscoli e legamenti, conseguenze comunque fastidiose.

Ora c’è tutto l’inverno per rimettersi in sesto in vista del 2022. Il pilota Aruba Ducati era in aperta competizione con Locatelli, a caccia del Rookie dell’Anno, per il quarto posto in campionato, una lotta ancora tutta la decidere visto il distacco ridotto ad appena un punto ed a vantaggio dell’esordiente di casa Yamaha dopo gara 1. Rinaldi, 14° in griglia ma autore di una solida rimonta, arraffa un 8° posto che sembra garantire la P4 iridata. Ecco però l’inaspettato incidente proprio all’ultima tornata che vanifica tutta la fatica fatta fino a quel momento.

“Mi dispiace molto per come è finita la gara” è il suo commento attraverso dichiarazioni riportate dal team. “Ho dato il massimo per riuscire a conquistare il quarto posto nella classifica finale. Partire dalla quinta fila non è stato facile ma ho avuto pazienza, recuperando posizioni giri dopo giro. Nel finale di gara, dopo essere riuscito a completare la rimonta, ho cercato di spingere per creare gap e difendermi dagli attacchi ma ho perso il posteriore, senza preavviso. Ringrazio la squadra per il lavoro fatto in questa stagione. Abbiamo accumulato tanta esperienza e questo sarà sicuramente un vantaggio per il 2022.”

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Foto: Instagram-Michael Rinaldi

1 commento

Max75BA
14:20, 22 novembre 2021

Peccato che gli sia sfuggito il 4° posto mondiale, ci si aspettava qualche prestazione in più…però ha vinto 3 gara nel suo primo anno da ufficiale e il suo compagno di squadra non è stato così competitivo per il titolo…è stato un duello più che un “triello” (!!!)…comunque Rinaldi, Locatelli e Bassani sono una bella speranza per il prossimo anno

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Iker Lecuona

MotoGP, Iker Lecuona critica KTM: “Non è corretto”

yamaha replica superbike toprak

Superbike, ecco la replica della Yamaha R1 mondiale con Razgatlioglu

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea: il vero motivo della crisi Kawasaki