Superbike Phillip Island: Marco Melandri “Conta andare forte alla fine”

Il ducatista in forma: l'Australia si addice a lui e alla Panigale. Podio nel mirino

23 febbraio 2018 - 11:33

Marco Melandri archivia un ottimo primo venerdi del Mondiale 2019. Il passo è buono, il giro secco non male: il podio è nel mirino.

È stata una giornata positiva, nonostante le condizioni meteo mutevoli. Questa pista mi piace molto e si addice alla nostra moto, mi sento in forma ed insieme alla squadra abbiamo lavorato con più facilità sfruttando un anno in più di esperienza. La Panigale R è migliorata rispetto ai test. Domani la chiave sarà innanzitutto fare un bel giro secco in Superpole, poi trovare un ritmo di gara che ci permetta di conservare al meglio le gomme. Molti piloti possono essere veloci, ma in pochi lo saranno sul finale con le gomme più consumate”.

Più complicata la giornata di Chaz Davies, che stenta ancora a trovare lo smalto del 2017, complice l’infortunio nel precampionato a Jerez.  “I tempi finali qui probabilmente non indicano il quadro completo e, anche se la nona posizione sulla carta non è niente di eccezionale, sono più contento che dopo i test. Abbiamo fatto dei passi avanti, anche se restano margini di miglioramento. Durante la FP3 abbiamo avuto un paio di inconvenienti che ci hanno fatto perdere un po’ di tempo, ma stiamo andando nella direzione giusta con il setup. Anche fisicamente, sembra che ci siamo ormai messi alle spalle le difficoltà. Probabilmente siamo più competitivi in ottica gara di quanto non dica la classifica dei tempi”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Michael Rinaldi, Ducati

Superbike Montmelò Gara 2: Rinaldi trionfo Ducati, Toprak torna leader

Supersport Catalunya

Supersport, Gara 2 Catalunya: capolavoro di Manuel Gonzalez

Jonathan Rea, Superbike

Superbike Montmelò: Jonathan Rea è uno sprint furibondo, Toprak cede