Superbike: notizie e curiosità del round di Salt Lake City

Settima tappa del Mondiale Superbike 2010

27 maggio 2010 - 4:59

Il giro di boa del campionato. La Superbike da sabato è impegnata al Miller Motorsports Park nei pressi di Salt Lake City nello Utah, USA, settimo appuntamento stagionale. Tra gli eventi più attesi del campionato, la tappa di Tooele presenta non pochi motivi di interesse e qualche curiosità, a cominciare dalla giornata in cui si disputeranno le gare… Perchè si corre di lunedì? In molti si sono chiesti: ma perchè la Superbike correrà di lunedì al Miller Motorsports Park? La ragione è semplice, il “Memorial Day”, giornata dedicata alla commemorazione dei soldati americani morti durante le guerre e azioni militari. Per questa ragione è stato definito dagli organizzatori come il “Patriotic Memorial Weekend”, con una serie di eventi ed iniziative nei quattro giorni della Superbike a Salt Lake City. Con lo spostamento delle gare al lunedì è stata inoltre evitata la sovrapposizione con la 500 miglia di Indianapolis, evento clou (insieme alla Daytona 500 della NASCAR) del motorsport a stelle e strisce. 21 i piloti al via Saranno soltanto 21 i piloti al via della Superbike a Salt Lake City, record negativo stagionale, dovuto a diverse assenze e alla mancanza di wild card. Non ci sarà, come a Kyalami, DFX Corse (Lorenzo Lanzi tornerà in azione a Misano), nè tantomeno Squadra Corse Italia, con Vittorio Iannuzzo impegnato lo scorso weekend nel Mondiale Endurance vincendo la classe Superstock con la Yamaha X-One ad Albacete. Novità anche per altri piloti rimasti “appiedati” in seguito al ritiro del Team Reitwagen: Roland Resch correrà con una BMW nell’IDM Superbike al Nurburgring, mentre Andrew Pitt sta cercando di tornare in pista tra Superbike e Supersport.

Ducati alleggerita di 3 kg, Aprilia con il nuovo motore Sotto l’aspetto prettamente tecnico, l’appuntamento di Salt Lake City riserva non pochi elementi di interesse. In seguito ai risultati delle ultime 6 gare (3 eventi), la Ducati potrà alleggerire le proprie 1198 (tutte, ufficiali e “clienti”) di 3 kilogrammi, arrivando ad un peso minimo di 165 kg. Dopo Brno sarà fatto un nuovo calcolo e conseguente media matematica dei risultati conseguiti dalle moto a 2 e 4 cilindri (tenendo conto per ciascuna manche dei piazzamenti dei due migliori piloti), e se la Ducati avrà una media ancora superiore a 5 potrà togliere ulteriori 3 kg, altrimenti resterà così com’è. In casa Aprilia ci sarà invece l’atteso debutto del propulsore con distribuzione a cascata di ingranaggi, deliberato dalla FIM ad Assen, impegnato soltanto negli States dopo un accordo con le altre case impegnate in Superbike. Nessuna concomitanza con i campionati AMA Per il secondo anno consecutivo il World Superbike correrà a Miller senza la concomitanza, gradita un pò da tutti, con i campionati AMA. L’accordo tra DMG, promoter AMA Pro Racing, e gli organizzatori dell’impianto di Tooele non è stato trovato, lasciato così un bel vuoto colmato solo parzialmente dai campionati locali GTO e GTU. Nel 2008, va ricordato, il Mondiale Superbike corse proprio insieme all’AMA Superbike a Miller, anche se in due differenti layout del tracciato: il WSBK nel circuito “Esterno”, l’AMA in quello “Completo”, complice l’incompatibilità di alcuni sponsor tra i due campionati (motivazione ufficiale).

Venerdì grande festa a Salt Lake City La vigilia del primo giorno di prove al Miller Motorsports Park sarà preceduta da una vera e propria festa a Salt Lake City, con concerti, esibizioni di stunt, parate di moto e anche degli stessi piloti con le proprie Superbike davanti al Municipio della capitale dello Utah. Un evento non proprio da tutti i giorni…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Ducati

Superbike, la Ducati a Portimao si affida all’aerodinamica

Superbike, Scott Redding

Scott Redding tra Superbike e MotoGP: una ‘bomba’ nel box Ducati

Superbike, Yamaha

Superbike: Yamaha corre ai ripari, c’è un problema motori come in MotoGP?