Superbike Monza Qualifiche 1: ancora Crutchlow al top

Rea è secondo a due decimi, bene anche Corser

7 maggio 2010 - 13:12

Quella appena disputata è stata una sessione di qualifiche fondamentali, in vista della Superpole in programma domani. I piloti della classe regina, la Superbike, han potuto trarre vantaggio da una pista che è andata mano a mano asciugandosi durante lo scorrere del turno. Autore del miglior tempo è stato ancora l’inglese Cal Crutchlow, che corre per il team “di casa”, Yamaha Sterilgarda. Il pilota di Coventry non è stato in grado di ripetere il tempo della mattinata, girando otto decimi più lento, ma in ogni caso il crono 1’44.577 che gli è valso il primo posto è molto importante visti i continui e repentini cambiamenti a livello meteorologico.

Entusiasmante è stata la lotta nel finale messa in pista dal campione in carica della Supersport con un altro britannico, il reduce dalla doppietta di Assen Jonathan Rea. Il nord-irlandese del team Ten Kate è sicuramente carico ed è riuscito ad arrivare a poco più di due decimi da Crutchlow,  terminando davanti il ritrovato Michel Fabrizio con la Ducati Xerox e il coriaceo Troy Corser, molto veloce sul circuito monzese in sella alla S1000RR ufficiale Motorrad Motorsport.

Quinto è il leader del mondiale Leon Haslam davanti alla sorpresa di questa sessione Ruben Xaus, maestro della guida su pista umida, all’Aprilia RSV4 1000 Factory di Max Biaggi e al ceco Jakub Smrz con la 1198 RS Pata B&G. James Toseland, secondo pilota ufficiale Yamaha, non è riuscito ad andare oltre la nona posizione, precedendo un Luca Scassa in gran spolvero e un Tom Sykes a suo agio in sella alla Kawasaki messa in  pista da Paul Bird Motorsport.

Da segnalare la seconda caduta di giornata per il debuttante Daisaku Sakai con la Suzuki Yoshimura, mentre problema tecnico per il nostro Vittorio Iannuzzo, pilota S.C.I Honda Garvie Image.

HANNspree Superbike World Championship 2010
Monza, Classifica Qualifiche 1

01- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – 1’44.577
02- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 0.212
03- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 0.557
04- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.657
05- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.726
06- Ruben Xaus – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.965
07- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 1.015
08- Jakub Smrz – Team PATA B&G Racing – Ducati 1198 – + 1.026
09- James Toseland – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 1.442
10- Luca Scassa – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 1.534
11- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 1.593
12- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 1.639
13- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.825
14- Lorenzo Lanzi – DFX Corse – Ducati 1198 – + 1.836
15- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 1.874
16- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 2.011
17- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 2.179
18- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 – + 2.889
19- Daisaku Sakai – Yoshimura Suzuki Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – + 3.345
20- Matteo Baiocco – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 3.464
21- Chris Vermeulen – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 3.614
22- Broc Parkes – ECHO CRS Honda – Honda CBR 1000RR – + 3.677
23- Roger Hayden – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 0.963
24- Vittorio Iannuzzo – S.C.I. Honda Garvie Image – Honda CBR 1000RR – + 5.381

Valerio Piccini

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

locatelli supersport

Supersport: Andrea Locatelli, la cinquina storica da fuga iridata

Superbike

Superbike: Honda HRC al limite, ha già fatto fuori tre motori

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea stuzzica Scott Redding “E’ stato facile dominare”