Superbike Misano Superpole: Troy Corser, che pole!

L'australiano ha preceduto di molto Max Biaggi e Michel Fabrizio

26 giugno 2010 - 12:14

L’australiano Troy Corser ha ottenuto una pole position incredibile sul circuito di Misano, grazie ad uno stratosferico 1’35.001 staccato al primo giro lanciato della Superpole numero 3. Crono imprendibile per tutti gli avversari, e 43esima pole per il due volte campione della competizione (non partiva dalla pole proprio da Misano 2008), la prima dopo l’adozione della modalità “Shoot-out” nel mondiale Superbike. Il “Coccodrillo” è inoltre dententore di un detentore di un risultato impareggiabile, in quanto è l’unico pilota ad aver ottenuto la pole con sei moto differenti: Ducati, Aprilia, Petronas, Suzuki, Yamaha e BMW.

E’ anche la prima volta che il team BMW Motorrad Motorsport ottiene la casella di testa dello schieramento di partenza. Si tratta quindi dell’ennesimo traguardo raggiunto dalla compagine tedesca, al seconda stagione assoluta in Superbike. Nel giorno del suo 39esimo compleanno invece Max Biaggi ha ottenuto un più che incoraggiante secondo posto che fa ben sperare per le due gare di domani, visto anche il gran passo di gara messo in mostra durante le sessioni di prova disputate in sella alla RSV4 del team interno Aprilia Alitalia

Si può parlare invece di recupero per Michel Fabrizio, terzo al termine, capace di risollevare la testa dopo una prima parte di stagione non certo esaltante. I test effettuati dal team ufficiale Xerox a Misano per il WDW, sembrano aver ritemprato lo spirito del centauro di Frascati, il quale ora sogna il colpaccio sul circuito di casa. Chiude la prima fila il competitivo Cal Crutchlow, il quale non è riuscito ad ottenere la leadership nel terzo mini-turno, dopo essere stato capace di farlo nei primi due. “The Dog” non è nuovo a performance importanti in qualifica, ora manca la prestazione maiuscola in gara.

Quinto classificato è lo spagnolo Carlos Checa. Il pilota del team Ducati Althea aveva comandato la sessione di prove libere precedente la Superpole, e si era ben espresso nel Q1 e Q2, salvo poi avere qualche inconveniente nel terzo ed ultimo di questi. Dopo il disastroso e sfortunatissimo epilogo delle due gare di Miller Motorsport Park, il centauro ex-MotoGP sembra aver recuperato appieno la condizione mentale.

Dietro di lui si classifica il duo Suzuki Alstare, con a sorpresa il francese Sylvain Guintoli che ha fatto meglio del compagno di squadra Leon Haslam, con quest’ultimo che ha rimediato con i denti l’accesso all’ultimo turno della Superpole, dopo che per gran parte della seconda mini-sessione era a rischio di una clamorosa eliminazione. Ottavo è Luca Scassa, alla sua prima assoluta nel Q3, dopo averlo sfiorato in diverse occasioni. Miglior risultato quindi in qualifica per l’aretino del team Ducati Supersonic Racing, in costante crescita quest’anno.

Fa meglio del previsto, sebbene non si possa parlare di risultato positivo, il giapponese Noriyuki Haga con la seconda bicilindrica ufficiale di Borgo Panigale, che rimedia il nono tempo conquistato attraverso diversi scuotimenti di capo, a causa dei problemi che continua ad avere in sella alla 1198 F10 factory. “Nitronori” sarà affiancato in terza fila dal compagno di marca Jakub Smrz, indicato da tanti come prossimo pilota a vestire l’uniforme ufficiale il prossimo anno.

Dalla tredicesima alla sedicesima posizione troviamo invece l’angolo del “britannico anonimo”, con il secondo pilota Yamaha Sterilgarda James Toseland capofila di un quartetto autore di una performance più che deludente visto le potenzialità dei piloti, e completato in ordine da Leon Camier, secondo del team Aprilia Alitalia, Shane Byrne della squadra Althea Racing e il disperso Jonathan Rea, davvero in difficoltà in sella alla Honda Ten Kate.

HANNspree Superbike World Championship 2010
Misano Adriatico, Classifica Superpole (SP3)

01- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – 1’35.001
02- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.501
03- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 0.679
04- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 0.682
05- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.850
06- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.095
07- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.301
08- Luca Scassa – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 1.606

La Griglia di Partenza

01- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR
02- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory
03- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198
04- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1
05- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198
06- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000
07- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000
08- Luca Scassa – Supersonic Racing Team – Ducati 1198
09- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198
10- Jakub Smrz – Team Pata B&G Racing – Ducati 1198
11- Lorenzo Lanzi – DFX Corse – Ducati 1198
12- Ruben Xaus – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR
13- James Toseland – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1
14- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory
15- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198
16- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR
17- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR
18- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R
19- Broc Parkes – ECHO CRS Honda – Honda CBR 1000RR
20- Roger Hayden – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R
21- Chris Vermeulen – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R
22- Federico Sandi – Gabrielli Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
23- Matteo Baiocco – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R

Valerio Piccini

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

locatelli supersport

Supersport: Andrea Locatelli, la cinquina storica da fuga iridata

Superbike

Superbike: Honda HRC al limite, ha già fatto fuori tre motori

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea stuzzica Scott Redding “E’ stato facile dominare”