Superbike Misano Prove Libere 1: Troy Corser il più veloce

Seguono Fabrizio e Haslam, Biaggi solamente 12°

25 giugno 2010 - 10:11

Il finale della prima sessione di prove libere sul circuito di Misano Adriatico ha visto il prevalere dell’australiano Troy Corser con la BMW ufficiale del team Motorrad Motosrport. Il due volte iridato Superbike ha ottenuto un ottimo 1’37.362, ancora un secondo più alto rispetto al best lap fatto staccare da Cal Crutchlow nei test di dieci giorni fa (a cui anch’egli ha preso parte), che gli ha valso in ogni caso la prima posizione a termine turno. Secondo classificato, a 268 millesimi di distanza, è il nostro Michel Fabrizio con la prima delle Ducati ufficiali, seguito dall’alfiere Suzuki Alstare Leon Haslam, che fa decisamente meglio per ora del diretto rivale per il titolo Max Biaggi, quest’ultimo soltanto dodicesmo.

Quarta posizione per l’inglese James Toseland in sella alla Yamaha Sterilgarda, seguito dall’ottimo Luca Scassa con la 1198 F09 “ex Haga” messa in pista dal team Ducati Supersonic Racing e proprio da Noriyuki Haga, con la seconda bicilindrica del team factory Xerox, vittima di un problema tecnico a venti minuti dall’inizio della sessione. A seguire troviamo l’inglese Cal Crutchlow con la seconda Yamaha ufficiale, che precede il duo Ducati Althea con il connazionale Shane Byrne che precede lo spagnolo Carlos Checa. Decimo è il secondo pilota BMW Motorrad Motorsport Ruben Xaus, davanti al pilota DFX Corse Lorenzo Lanzi e per l’appunto a Max Biaggi.

Parlando di piloti della casa di Noale, il britannico del team Aprilia Alitalia Leon Camier è quattordicesimo mentre la wild card Federico Sandi, che corre nel Campionato Italiano Velocità con il team Gabrielli, non ha fatto meglio dell’ultimo tempo a tre secondi ed otto decimi dalla vetta.

HANNspree Superbike World Championship 2010
Misano Adriatico, Classifica Prove Libere 1

01- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – 1’37.362
02- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 0.268
03- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.337
04- James Toseland – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 0.490
05- Luca Scassa – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 0.585
06- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 0.652
07- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 0.684
08- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.700
09- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.791
10- Lorenzo Lanzi – DFX Corse – Ducati 1198 – + 0.868
12- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.920
13- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.081
14- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 1.525
15- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.662
16- Jakub Smrz – Team Pata B&G Racing – Ducati 1198 – + 1.706
17- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 1.779
18- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.896
19- Roger Hayden – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 2.496
20- Chris Vermeulen – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 2.550
21- Matteo Baiocco – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 3.115
22- Broc Parkes – ECHO CRS Honda – Honda CBR 1000RR – + 3.256
23- Federico Sandi – Gabrielli Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 3.839

Valerio Piccini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Ana Carrasco

Ana Carrasco, il ritorno della guerriera: “Se cadi sette volte, rialzati otto”

Superbike, Tom Sykes

Superbike, Tom Sykes impaziente “BMW deve dirmi adesso se andiamo avanti”

locatelli supersport

Supersport: Andrea Locatelli, la cinquina storica da fuga iridata