Superbike Misano Gara 2: Biaggi imbattibile, ancora doppietta

Secondo sul traguardo Haslam, +37 in campionato

27 giugno 2010 - 12:40

Max Biaggi completa la doppietta sul circuito di Misano, concludendo da dominatore questa domenica Superbike. I numeri parlano da soli: dodicesima vittoria in carriera, ottava in stagione, quattro le doppiette stagionali (Portimao, Monza, Miller e appunto Misano) ed un vantaggio in classifica sul rivale Leon Haslam che sale a 37 punti. Il “Corsaro” e il team Aprilia Alitalia hanno posto un punto fermo su quest’annata del mondiale delle derivate della serie ed ora vedono il titolo piloti come una realtà solida. La stagione è ancora lunga, ma con questa superiorità e queste performance, per gli avversari c’è poco spazio.

Quattro i secondi di vantaggio sul secondo classificato, Leon Haslam appunto, che in teoria sarebbero stati almeno sei visto che il pilota romano ha rallentato nell’ultima tornata, ormai più che sicuro di aver ottenuto la vittoria. Questa seconda manche ha avuto il punto di svolta all’inizio del decimo giro, quando Biaggi alla prima staccata ha infilato il connazionale Michel Fabrizio, piegando le resistenze del pilota Ducati Xerox nella percorrenza della “Curva del Rio”. Di lì in poi, il numero 3 di casa Aprilia ha cominciato un forcing irresistibile per gli avversari, anche per un Leon Haslam che alla quattordicesima tornata è riuscito ad agguantare la seconda piazza, difesa coi denti fino al traguardo proprio da Fabrizio e da un arrembante Crutchlow.

Non demorde l’alfiere di casa Alstare, che ha mostrato sul circuito romagnolo ancora una volta l’inadeguatezza del pacchetto Suzuki se messa a confronto con lo strapotere dell’attuale leader della classifica. Podio più che meritato per un coriaceo Michel Fabrizio, che è riuscito ad agguantare la terza posizione grazie ad una staccata al limite alla “Quercia” su Cal Crutchlow, con il pilota Yamaha Sterilgarda che non è più riuscito a replicare.

Conclude in quinta posizione il pilota Ducati Althea Racing Carlos Checa, autore di una buona prima parte di gara, davanti al francese di casa Suzuki Alstare Sylvain Guintoli, al compagno di squadra Shane Byrne (autore di un’ottima performance, vista anche la solita brutta qualifica del sabato) e al nostro Luca Scassa con un’altra Ducati, quella del team Supersonic Racing. Completano la top ten il giapponese Noriyuki Haga e uno sconsolato Troy Corser, in crisi nella seconda parte di gara con la sua BMW Motorrad Motorsport, il quale ha percorso in testa i primi 10 giri di questa seconda manche.

Terminano in modo opaco il week-end di Misano in undicesima e dodicesima posizione i due britannici Leon Camier (Aprilia Alitalia) e Jonathan Rea (Honda Ten Kate). Soprattutto per quest’ultimo, si tratta di un fine settimana davvero da dimenticare. Fuori scena invece James Toseland, il quale è caduto all’inizio dell’undicesima tornata. Parlando di sfortuna nera, non si può non citare l’ennesimo problema tecnico alla 1198 RS Pata B&G di Jakub Smrz, costretto nuovamente al ritiro nel corso del primo giro (medesimo epilogo di gara 1).

HANNspree Superbike World Championship 2010
Misano Adriatico, Classifica Gara 1

01- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – 24 giri in
02- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 4.095
03- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 4.631
04- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 5.014
05- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 6.256
06- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 7.677
07- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 – + 10.144
08- Luca Scassa – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 10.942
09- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 13.640
10- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 16.279
11- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 17.799
12- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 22.793
13- Lorenzo Lanzi – DFX Corse – Ducati 1198 – + 24.131
14- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 28.212
15- Chris Vermeulen – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 36.551
16- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 49.636
17- Broc Parkes – ECHO CRS Honda – Honda CBR 1000RR – + 50.041
18- Roger Hayden – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 51.246
19- Matteo Baiocco – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 58.174
20- Federico Sandi – Gabrielli Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 1’10.588

Valerio Piccini

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike

Superbike: Honda HRC al limite, ha già fatto fuori tre motori

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea stuzzica Scott Redding “E’ stato facile dominare”

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding “Ho rischiato molto, potevamo perdere più punti”