Superbike Misano Gara 1: Max Biaggi vince e vola in classifica

Secondo è Checa davanti a Corser, soltanto ottavo Haslam

27 giugno 2010 - 9:09

La stagione 2010 del mondiale Superbike subisce un colpo importante in testa alla classifica, con autore il leader della stessa Max Biaggi. Sul circuito Santa Monica di Misano Adriatico, l’alfiere Aprilia Alitalia ha messo in mostra una gara perfetta, gestita con coscienza totale del pacchetto e delle proprie possibilità e conclusa nel migliore dei modi, ovvero con il successo. Il pilota romano, grazie anche all’ottavo posto del rivale per il titolo Leon Haslam, aumenta in modo netto la leadership nel mondiale, portando il gap a 32 punti sul britannico di casa Suzuki Alstare.

La partenza ha visto scattare meglio di tutti proprio il quattro volte campione del mondo della 250, il quale sulla sua strada ha trovato, già al cambio di direzione della “Variante del Parco”, l’autore della pole Troy Corser, il quale ha preso la testa della corsa e l’ha mantenuta fino a sei giri dal termine. Nella prima parte di gara, della testa della corsa hanno fatto parte ben cinque piloti, con lo spagnolo del team Ducati Althea Carlos Checa molto più in palla del compagno di marca Michel Fabrizio, team ufficiale Xerox, ed un inaspettato Sylvain Guintoli con la Suzuki Alstare.

Dopo una partenza non brillante, e non è una novità, l’inglese Cal Crutchlow sembrava poter dire la sua e poter sperare in un ritorno nelle posizioni di vertice, ma il pilota Yamaha Sterilgarda ha concluso nella ghiaia la sua gara alla quinta tornata, a causa di una perdita dell’anteriore sul cambio alla seconda piega a destra della “Curva del Rio”. Mentre il pacchetto dei primi cinque prendeva il largo sugli avversari, un Leon Haslam in chiara difficoltà faticava a mantenere un passo accettabile. La sua gara terminerà con l’ottavo posto, superato all’undicesimo giro da un Leon Camier decisamente più performante e beffato prima del traguardo da Noriyuki Haga, che era riuscito a sopravanzare al settimo passaggio.

Tornando sui piloti di testa, il cambio di leadership è avvenuto al diciassettesimo giro con il “Corsaro” che, dopo diversi tentativi non riusciti, ha avuto la meglio del coetaneo Troy Corser acquisendo così la testa della gara. Di lì in poi l’esperto pilota BMW Motorrad Motorsport non è riuscito più a replicare, subendo anche l’attacco da parte di Carlos Checa due tornate più tardi.

Biaggi taglia così il traguardo davanti a Checa e Corser. Quarto posto per Michel Fabrizio, autore di una gara stoica visto che il suo passo di gara non gli ha consentito di fare meglio, che precede il francese Sylvain Guintoli con la prima “Gixxer” del team gestito da Francis Batta, l’inglese Leon Camier in sella alla seconda RSV4 1000 Factory ufficiale, il giapponese di casa Ducati Xerox Noriyuki Haga e per l’appunto, il britannico Leon Haslam.

Buon nono posto per il secondo pilota Ducati Althea Shane Byrne, vista la posizione di partenza, che nel finale è riuscito ad aver ragione del connazionale James Toseland, unico pilota Yamaha ufficiale ad essere riuscito a tagliare il traguardo. Gara disastrosa per Jonathan Rea, in evidente difficoltà (come del resto lo è stato per tutto il week-end) in sella alla Honda Ten Kate, che continua a soffrire di un pesante chattering. Il nord-irlandese era riuscito a partir bene, perdendo però inesorabilmente terreno giro dopo giro. Ritiro per Jakub Smrz a causa della rottura del motore, ennesimo inconveniente tecnico di quest’anno per la sua 1198 RS Pata B&G.

HANNspree Superbike World Championship 2010
Misano Adriatico, Classifica Gara 1

01- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – 24 giri in 38’59.319
02- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.387
03- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.822
04- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 4.911
05- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 5.916
06- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 8.658
07- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 11.872
08- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 11.907
09- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 – + 16.490
10- James Toseland – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 18.458
11- Luca Scassa – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 18.646
12- Lorenzo Lanzi – DFX Corse – Ducati 1198 – + 19.315
13- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 25.405
14- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 31.671
15- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 39.658
16- Chris Vermeulen – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 48.137
17- Roger Hayden – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 56.316
18- Federico Sandi – Gabrielli Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 56.667
19- Matteo Baiocco – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 57.218

Valerio Piccini

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

melandri superbike

Superbike, Melandri solo 19°: “Al momento guido davvero male”

crutchlow motogp

MotoGP, Cal Crutchlow: “Cambi di manubrio e di posizione in moto”

Superbike, Toprak

Superbike, Scott Redding ha un nuovo rivale “Toprak frena come un animale”