Superbike Miller Gara 1: Carlos Checa rompe, Max Biaggi vince

Sfortunato problema tecnico a tre giri dal termine

31 maggio 2010 - 17:03

Quella che sembrava una gara già decisa, sul circuito di Miller Motorsports Park, ha avuto un epilogo inaspettato a tre giri dalla fine quando lo spagnolo Carlos Checa, dominatore incontrastato della manche con più di due secondi di vantaggio sull’inseguitore Max Biaggi, ha dovuto arrendersi ad un problema tecnico della sua 1198 F10 Althea Racing. Strada quindi libera per il “Corsaro” di casa Aprilia Alitalia, che per metà gara è stato l’unico in grado di star dietro al “Toro”, interprete magistrale del circuito americano.

I due si sono dati battaglia da inizio gara, scappando via a suon di giri veloci, ma a lungo andare Carlos Checa ha mostrato un ritmo insostenibile per tutti, unico a girare sotto il muro del minuto e quarantanove a tre quarti di manche disputata. Tanta amarezza quindi per il #7, quinta vittoria stagionale invece per Max Biaggi, la nona complessiva in Superbike.

Secondo classificato è il leader capo classifica del mondiale Leon Haslam il quale, a causa del forfait di Checa, ha perso un ulteriore punto in favore dell’italiano, vedendo il suo distacco ridursi a dieci lunghezze. Il britannico del team Suzuki Alstare ha comunque messo in scena l’ennesima performance maiuscola, capace di guidare una “Gixxer”, evidentemente non a posto quanto a set-up, nel miglior modo possibile, permettendosi il “lusso” di compiere uno spettacolare doppio sorpasso ai danni di Noriyuki Haga e Troy Corser nel corso del sesto giro, ottenendo invece la terza posizione (diventata poi seconda, a causa del forfait di Checa) nella tornata numero sedici ai danni di Leon Camier.

Completa il podio un rinato Noriyuki Haga con la Ducati Xerox, in una gara che ha visto il compagno di squadra Michel Fabrizio fuori gioco al terzo a causa di una scivolata alla “Toeele Turn”. Quarto è Leon Camier con la seconda Aprilia Alitalia, davanti all’alfiere BMW Motorrad Motorsport Troy Corser, all’altro pilota Ducati Althea Racing Shane Byrne (velocissimo nella seconda parte di gara) e al nostro Luca Scassa, in gran spolvero con la sua 1198 F09 Supersonic Racing.

Ottavo è Sylvain Guintoli del team Suzuki Alstare, seguito da un James Toseland in difficoltà con la prima delle Yamaha Sterilgarda e lo spagnolo Ruben Xaus, con la seconda delle BMW S1000RR ufficiali. Fuori gioco al quarto giro due potenziali concorrenti per il podio, ovvero i due britannici Jonathan Rea e Cal Crutchlow, con quest’ultimo vittima incolpevole di una scivolata del nord-irlandese, che lo ha costretto ad un’uscita sulla ghiaia. Entrambi i piloti sono riusciti a riprendere la via della pista, con l’inglese del team Yamaha Sterilgarda che ha chiuso in undicesima posizione, mentre il giovane del team Ten Kate ha terminato in quattordicesima piazza.

Da segnalare un evento che ha creato non pochi problemi a diversi piloti in pista, Leon Haslam compreso, ovvero il problema tecnico alla 1198 RS di Jakub Smrz appena dopo la partenza il quale, non essendosi accorto di nulla, ha compiuto il primo giro spargendo olio per la pista, provocando diversi problemi di visuale ai piloti che seguivano.

HANNspree Superbike World Championship 2010
Salt Lake City, Classifica Gara 1

01- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – 21 giri in 38’20.442
02- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 4.931
03- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 6.432
04- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 8.576
05- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 11.150
06- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 – + 11.243
07- Luca Scassa – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 12.432
08- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 15.145
09- James Toseland – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 16.091
10- Ruben Xaus – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 16.502
11- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 18.719
12- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 24.285
13- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 36.479
14- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 39.700
15- Chris Vermeulen – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 41.253
16- Roger Hayden – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 41.661
17- Broc Parkes – ECHO CRS Honda – Honda CBR 1000RR – + 1’00.427
18- Matteo Baiocco – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – a 4 giri

Valerio Piccini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Ducati

Superbike, la Ducati a Portimao si affida all’aerodinamica

Superbike, Scott Redding

Scott Redding tra Superbike e MotoGP: una ‘bomba’ nel box Ducati

Superbike, Yamaha

Superbike: Yamaha corre ai ripari, c’è un problema motori come in MotoGP?