Superbike: Max Biaggi “Venerdì difficile, nessun allarme”

Non riesce a guidare al meglio la RSV4, ma resta fiducioso

24 settembre 2010 - 14:54

Vedere Max Biaggi in quattordicesima posizione è un evento più unico che raro, specie se in un round “decisivo” come quello di Imola. Nelle prime qualifiche sul circuito Enzo e Dino Ferrari il “Corsaro” (nella foto Aprilia Racing) non è riuscito a far di più, cercando di risolvere quei piccoli problemi che lo penalizzano nel guidare al meglio la sua Aprilia RSV4 Factory pur senza far suonare alcun campanello d’allarme, restando fiducioso e sereno.

E’ stato sicuramente un venerdì più difficile del solito“, spiega Max Biaggi. “Imola è un tracciato dove abbiamo sempre faticato a trovare il bandolo della matassa nonostante i buoni risultati del 2009 (podio per lo stesso Biaggi e Simoncelli nelle due gare, ndr).

Non mi sento a mio agio e guidare senza problemi anche se abbiamo provato qui pochi mesi fa, in più gli avversari hanno fatto dei passi in avanti. Non c’è comunque nessun allarmismo, dobbiamo semplicemente lavorare bene come al solito e dare il massimo.

In questa stagione nulla ci è stato regalato, men che meno ora con un titolo in palio. Purtroppo il meteo sembra non volerci aiutare, noi avremmo bisogno di provare tanto con condizioni stabili. Incrociamo le dita“.

Ricordiamo che Max Biaggi per vincere il suo primo titolo mondiale Superbike si potrà permettere il lusso di perdere 8 punti nei confronti di Leon Haslam: gli basterà infatti uscire da Imola con ancora 50 punti di vantaggio…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Mandalika

Superbike: Gran finale, a che punto è il Mandalika Street Circuit?

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: il salto nel vuoto con BMW

Superbike BMW

Superbike, BMW cala gli assi: Baz e Laverty UFFICIALI nel 2022