Superbike: Marco Melandri “A Imola per riaprire i giochi”

Motivatissimo dopo i buoni riferimenti dei test a Misano

21 settembre 2011 - 6:45

A Imola non ci corre dal 1999, ma in due stagioni di 125cc Marco Melandri all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari era riuscito a conquistare una vittoria ed un secondo posto. Precedenti importanti da metter in gioco questo fine settimana per il terz’ultimo appuntamento della stagione 2011 del Mondiale Superbike, pronto a dare il massimo per tornare alla vittoria, confermare la seconda posizione in campionato e, se possibile, tenere aperti i giochi per il titolo.

Lontano 74 punti dal leader Carlos Checa, Melandri confida del potenziale della propria Yamaha YZF R1 anche grazie ai promettenti riscontri trovati nei test di Misano Adriatico dove ha viaggiato sotto il record della pista spiccando il miglior tempo nei due giorni di attività.

Con Imola non ho una grande familiarità, sono più di 10 anni che non corro qui“, ricorda l’ex Campione del Mondo della classe 250cc. “Questo non dovrebbe esser un problema visto che quest’anno, su circuiti mai visti prima, sono comunque riuscito a far bene: spero sarà così anche a Imola.

I due giorni di test a Misano Adriatico sono andati molto bene, abbiamo trovato un buon compromesso in fase di staccata e questo mi ha consentito di trovare un feeling migliore con la mia R1, risolvendo parte dei problemi incontrati quest’anno. Penso che a Imola sarà un weekend interessante, Checa può vincere il campionato in anticipo, ma sono pronto a dare il 100 % per tenere aperti i giochi“.

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding in Catalunya

Superbike, Scott Redding: “Mi sento in colpa per il sorpasso a Bassani”

Superbike, Razgatlioglu contro Rea

Superbike, sfortuna Razgatlioglu: cosa è successo alla Yamaha R1

Supersport Catalunya Gara 1

Supersport, Gara 1 Catalunya: Krummenacher si impone con il flag-to-flag