Superbike Magny Cours Qualifiche 1: Sykes 1°, Melandri 3°, Biaggi 7°

Checa, Giugliano e Rea nelle posizioni di testa

5 ottobre 2012 - 12:28

Tre contendenti al titolo mondiale, un grande protagonista al termine del primo turno di qualifiche ufficiali sul tracciato di Magny-Cours: il nuovo “Mister Superpole”, Tom Sykes. Otto su tredici nei round sin qui disputati, punta al nono centro stagionale, ma soprattutto all’obiettivo più grande nonostante i 30.5 punti di svantaggio dal capo-classifica Max Biaggi. Per il momento “The Grinner”, sceso in pista indossando un casco dedicato a Joan Lascorz (raffigurato l’adesivo “Power for Lascorz” con il numero 17 di “Jumbo” ben in vista), ha iniziato nel miglior modo possibile il fine settimana staccando a pochi minuti dal termine delle qualifiche del venerdì il best time in 1’38″200 con la pole record di Jonathan Rea dello scorso anno di 1’37″490.

In formissima Sykes, lo testimonia il distacco di 4/10 rifilato a Carlos Checa, secondo alla sua ultima presenza con la Ducati 1098/1198 (moto con la quale ha vinto più di tutti: 22 centri dal 2010 ad oggi, il doppio di Troy Bayliss fermo a quota 11), ma in grado di precedere Marco Melandri, terzo nonostante una condizione fisica tutt’altro che ottimale con due coste incrinate nella caduta di Gara 1 a Portimao, deciso a non arrendersi seppur scontando un gap di 38.5 punti dalla vetta.

Sykes e Melandri subito protagonisti, e Max Biaggi? Il capo-classifica di campionato con la propria Aprilia RSV4 Factory chiude 7° a 9/10 dal rivale della Kawasaki, parte integrante di un “gruppone” di 9 piloti in meno di 1″ dove non mancano Davide Giugliano (4°), Jonathan Rea (5° con i colori 2013 della propria Fireblade), Michel Fabrizio (buon 6° con BMW Motorrad Italia), così come Leon Haslam e Sylvain Guintoli, 8° e 9° alle loro ultime gare con BMW e PATA Ducati.

Se Leon Camier completa la top-10 con la Suzuki Yoshimura del team Crescent (riconfermato per il 2013 insieme al main sponsor FIXI), a seguire figurano nell’ordine il vincitore di Gara 2 a Portimao Eugene Laverty (Aprilia), Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia) e Lorenzo Zanetti (Ducati PATA, futuro pilota Honda in Supersport) con Maxime Berger (per l’occasione sostituto dell’infortunato Niccolò Canepa in Red Devils Roma), Loris Baz (Kawasaki Factory) e Chaz Davies (ParkinGO Aprilia, costretto alla resa stamane per un problema tecnico) nei 16 eletti per la Superpole. Al momento fuori gli ex-MotoGP Hopkins, Aoyama ed il nostro Claudio Corti, 19esimo all’esordio con la Kawasaki Ninja ZX-10R del Team Pedercini, davanti al proprio compagno di squadra Alexander Lundh ed al bi-campione italiano Superbike Norino Brignola (Grillini BMW), ma soprattutto a meno di 8/10 da una possibile qualificazione alla Superpole: ci riproverà domattina dalle 9:45 per la seconda e decisiva sessioen di qualifiche ufficiali.

eni FIM Superbike World Championship 2012
Magny-Cours, Classifica Qualifiche 1

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 1’38.200
02- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.448
03- Marco Melandri – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.542
04- Davide Giugliano – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.762
05- Jonathan Rea – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.814
06- Michel Fabrizio – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 0.939
07- Max Biaggi – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.944
08- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.949
09- Sylvain Guintoli – PATA Racing Team – Ducati 1198 – + 0.986
10- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.085
11- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 1.182
12- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 1.330
13- Lorenzo Zanetti – PATA Racing Team – Ducati 1198 – + 1.509
14- Maxime Berger – Red Devils Roma – Ducati 1198 – + 1.642
15- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.745
16- Chaz Davies – ParkinGO MTC Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 1.884
17- John Hopkins – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 2.338
18- Hiroshi Aoyama – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 2.431
19- Claudio Corti – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 2.660
20- Alexander Lundh – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 3.335
21- Norino Brignola – Grillini Progea Superbike Team – BMW S1000RR – + 4.790

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tom Sykes, BMW

Superbike: Tom Sykes “Battere la Kawasaki sarà difficile”

oschersleben superbike

Superbike: Ritorno in Germania, nel 2020 tappa a Oschersleben

ARRC

ARRC 2020: svelato il calendario con 7 round