Superbike Magny Cours Prove 1: Rea precede Guintoli

Sykes, Biaggi e Melandri a contatto nella classifica

5 ottobre 2012 - 8:43

La finalissima della 25esima stagione del Mondiale Superbike è ufficialmente iniziata. Con l’inaugurale sessione di prove libere del venerdì mattina disputatasi su asfalto asciutto dopo la pioggia della nottata (con la pista non ancora “competitiva” sul piano cronometrico), proprio allo scadere Jonathan Rea reduce dalla doppia (positiva e promettente) comparsata in MotoGP da sostituto di Casey Stoner con la Honda RC213V ufficiale, ha fermato i cronometri sull’1’39″064 collocandosi al comando della classifica dei tempi in sella alla Honda CBR 1000RR Fireblade Ten Kate caratterizzata dalla nuova livrea “Tricoulur” presentata in questi giorni per il modello stradale all’Intermot di Colonia. Il forte pilota nordirlandese, poleman sul tracciato di Nevers lo scorso anno (ma non altrettanto fortunato in gara), a staccato di soli 41/1000 Sylvain Guintoli (nella foto, alla sua ultima gara con la Ducati 1198 del PATA Racing Team), quasi ad anticipare il binomio tra Honda e PATA in ottica 2013.

Distacchi comprensibilmente risicati con 9 piloti in meno di 1″, non mancano nelle posizioni che contano Leon Camier (3° con Crescent Suzuki) e, soprattutto, i tre contendenti al titolo mondiale. Tom Sykes, costretto ad inseguire a 30.5 punti dalla vetta, è il migliore dei tre ritrovandosi quarto nella schermata dei tempi a precedere Davide Giugliano ed il capo-classifica Max Biaggi, 6° a 0″748, pur sempre davanti alle BMW ufficiali di Leon Haslam (7°, vittima di una scivolata) e Marco Melandri, ottavo seppur non al meglio della forma fisica con due coste incrinate a Portimao.

Una situazione che sembra volgere a favore del “Corsaro”, ma in vista del turno pomeridiano di qualifiche ufficiali non sono escluse intromissioni al vertice di Carlos Checa, 9° alla sua ultima gara con la Ducati 1098/1198 e da Campione del Mondo in carica, seguito nell’ordine dal vincitore di Gara 2 a Portimao Eugene Laverty, il trio italiano formato da Zanetti, Fabrizio e Badovini più John Hopkins (ritorno nel BSB l’anno prossimo?) e Maxime Berger, al via questo weekend con la Ducati Red Devils Roma in sostituzione dell’infortunato Niccolò Canepa. Con soli 21 piloti al via e 20 con almeno un riferimento cronometrico all’attivo (Chaz Davies si è subito fermato in pista per un problema tecnico alla propria Aprilia RSV4 del team ParkinGO), la grande novità di giornata è rappresentata da Claudio Corti, già 18esimo con la Kawasaki del Team Pedercini davanti al proprio compagno di squadra Alexander Lundh, giusto a pochi millesimi da Loris Baz, pilota ufficiale KRT che ha completato soli 6 giri per un problema tecnico. Nel pomeriggio, dalle 15:30, primo turno di qualifiche ufficiali pre-Superpole.

eni FIM Superbike World Championship 2012
Magny-Cours, Classifica Prove Libere 1

01- Jonathan Rea – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – 1’39.064
02- Sylvain Guintoli – PATA Racing Team – Ducati 1198 – + 0.041
03- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.271
04- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.350
05- Davide Giugliano – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.601
06- Max Biaggi – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.748
07- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.899
08- Marco Melandri – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.927
09- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.990
10- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 1.290
11- Lorenzo Zanetti – PATA Racing Team – Ducati 1198 – + 1.420
12- Michel Fabrizio – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 1.515
13- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 1.858
14- John Hopkins – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.944
15- Maxime Berger – Red Devils Roma – Ducati 1198 – + 2.176
16- Hiroshi Aoyama – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 2.325
17- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 2.651
18- Claudio Corti – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 2.690
19- Alexander Lundh – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 2.750
20- Norino Brignola – Grillini Progea Superbike Team – BMW S1000RR – + 4.720

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

can oncu supersport

Nuove sfide: Dalla Moto3, Can Öncü approda in World Supersport

Toprak, Yamaha

Andrea Dosoli: “Visto? Toprak è già veloce anche con Yamaha”

Lucas Mahias

Lucas Mahias, il debutto in MotoE gli costa un dito mignolo