Superbike: Leon Haslam “Grande sfortuna, sarò OK a Misano”

Perde la testa della classifica dopo la caduta di Gara 2

1 giugno 2010 - 2:06

Questione di punti per Leon Haslam al Miller Motorsports Park, suo malgrado. Arrivato con 15 punti di vantaggio, lascia l’America con lo stesso margine, ma da recuperare nei confronti di Max Biaggi. In più sono 17 i punti… sul braccio, quello sinistro, complice la brutta caduta di Gara 2. Uno zero pesante ai fini classifica, ma nulla è perduto come dimostra la prima manche, dove nonostante una situazione difficile è riuscito a concludere in seconda posizione.

Naturalmente sono molto deluso per come si è conclusa questa giornata“, afferma uno sconsolato Leon Haslam. “Cadere già di per se è abbastanza brutto, ancor più perdendo la classifica di campionato. Sapevo che sarebbe stata una giornata difficile e le gare lo hanno dimostrato. In Gara 1 sono stato fortunato a chiudere secondo, non altrettanto nella seconda manche. Sono un pò dispiaciuto per Checa, sarebbe riuscito probabilmente a vincere le due gare e questo mi avrebbe aiutato in classifica. Max (Biaggi) ha avuto fortuna, però queste sono le corse, una volta può andar bene a te, oggi è andata bene a lui.

La giornata di per se non era iniziata bene. In Gara 1 ero proprio dietro a Smrz quando la sua Ducati ha rotto qualcosa: l’anteriore della mia Suzuki ed io stesso eravamo coperti d’olio dopo poche curve, così ho cercato di cambiare le linee per non dover cadere. Ho praticamente perso un giro dietro di lui, poi è stato costretto a fermarsi e ho potuto iniziare a prendere il mio ritmo. Sono riuscito a recuperare, ero terzo e dopo il ritiro di Carlos ho chiuso secondo.

Nella seconda manche ero decimo al termine del primo giro, sono stato in grado di rimontare fino al sesto posto dopo soli sette giri, ma sfortunatamente ho perso la mia moto in un highside. Al mio braccio sinistro sono stati applicati dei punti, ma sarò in grado di recuperare per Misano“.

Fortunatamente per il pilota Suzuki Alstare non sono stati riscontrati altri problemi, pertanto correrà regolarmente nella prossima tappa della Superbike 2010.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Ana Carrasco

Ana Carrasco, il ritorno della guerriera: “Se cadi sette volte, rialzati otto”

Superbike, Tom Sykes

Superbike, Tom Sykes impaziente “BMW deve dirmi adesso se andiamo avanti”

locatelli supersport

Supersport: Andrea Locatelli, la cinquina storica da fuga iridata