Superbike: Leon Haslam “A Monza importante un buon set-up”

Il britannico vuole migliorare i risultati del 2009

5 maggio 2010 - 6:16

Nella lotta per il titolo Superbike Leon Haslam deve passare dall’Autodromo Nazionale di Monza, che ospita questo week-end il quarto round del mondiale delle derivate dalla serie. Il pilota britannico non ha ottenuto risultati eccelsi sul circuito brianzolo lo scorso anno (zero punti in gara 1, settimo nella seconda manche), ma le performance velocistiche della CBR 1000RR Stiggy Racing non erano neanche lontanamente paragonabili a quelle a disposizione del pilota del Derbyshire quest’anno con il team Suzuki Alstare. “Pocket Rocket” è cosciente del ruolo fondamentale rappresentato da questa tappa della stagione 2010, e del carattere “anomalo” che questo tracciato ha in confronto alle altre facenti parte il calendario World SBK.

“il circuito di Monza è immerso nella storia” commenta Leon Haslam “ed è sempre un piacere andarci e vedere i resti del suo passato. La vecchia parabolica è spettacolare ed è difficile pensare a come si potesse percorrere a tali velocità! Fortunatamente, non dobbiamo farlo noi, ma il tracciato sul quale gareggiamo è in ogni caso molto veloce. E’ una pista dove le tattiche sono molto importanti e devi essere in grado di prendere la scia nel modo corretto. E’ facile essere in testa ad un pacchetto di piloti entrando nella Parabolica prima del rettilineo finale e terminare secondo, terzo o quarto!

Nonostante ci siano punti molto veloci, ci sono anche curve lente dove si effettuano dure frenate, quindi è importante ottenere un buon set-up della moto. L’anno scorso ero su una moto diversa: mi sono qualificato diciassettesimo, non ho preso punti in gara uno e ho terminato settimo nella seconda, quindi sicuramente ambisco ad un grande miglioramento questa volta”.

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Ducati

Superbike, la Ducati a Portimao si affida all’aerodinamica

Superbike, Scott Redding

Scott Redding tra Superbike e MotoGP: una ‘bomba’ nel box Ducati

Superbike, Yamaha

Superbike: Yamaha corre ai ripari, c’è un problema motori come in MotoGP?