Superbike, Kawasaki

Superbike, la tecnica: Kawasaki quante novità, Rea adesso ha l’arma totale

Kawasaki vuole alzare ancora di più l'asticella nel Mondiale Superbike 2021. Ecco le novità tecniche intraviste nel corso dei test a Barcellona.

13 aprile 2021 - 20:45

di Paul Emile Viel/paddock-gp

Kawasaki ha presentato la nuovissima ZX-10RR a fine 2020. Man mano che i test continuavano, sono apparsi molti nuovi elementi sulla moto ufficiale di Akashi. Durante le prove  sul circuito di Barcellona (qui i tempi finali), ​​il Kawasaki Racing Team WorldSBK ha testato una nuova carenatura, nuove parti sulla sella e nuove alette sul serbatoio della moto di Alex Lowes. Entrambi i piloti avevano anche un nuovo forcellone.

Dopo sei stagioni di dominio nel Mondiale Superbike con Jonathan Rea, Kawasaki sta cercando di alzare ancora di più l’asticella. Lasciata Barcellona con il primo tempo sul giro secco e una (mezza) simulazione a passo di carica, il pilota nordirlandese ha mostrato chiaramente il livello di competitività della ZX-10RR. Per quanto riguarda Alex Lowes, settimo nella seconda giornata di test Superbike, è apparso un serbatoio dotato di una parte nuova, abbastanza specifica.

Gli ingegneri di Akashi hanno perfezionato l’ergonomia della Kawasaki di Alex Lowes. Uno strano alettone è apparso sul serbatoio del pilota britannico. Gli permette di mantenere le gambe in posizione corretta in frenata, senza disturbare il flusso aerodinamico della moto.

Ecco questo nuovo elemento visto di lato: si capisce meglio come questo permetta ad Alex Lowes di mantenersi attaccato al serbatoio durante le fasi di frenata. Usa anche una presa che gli consente di mantenere le gambe nella giusta posizione quando è in curva.

Nella foto sopra, possiamo vedere l’attento lavoro degli ingegneri riguardo l’integrazione di questo dettaglio per mantenere Alex Lowes in posizione corretta. Ai lati della sella è stato rielaborato anche il profilo aerodinamico della ZX10-RR, che incorpora passaggi d’aria, per migliorarlo nella parte posteriore della moto.

Anche la parte posteriore della sella è stata ridisegnata quest’inverno, per sostenere al meglio il pilota durante le fasi di accelerazione.

Vista di lato, questa appendice che tiene fermo il pilota è più visibile. A differenza della Ducati, su cui può sembrare un semplice pezzo di schiuma ritagliata, gli ingegneri di Akashi hanno voluto integrarlo in modo sobrio nel rivestimento posteriore.

Gli ultimi sviluppi nella preparazione del motore hanno permesso alla verdona di avvicinarsi alla mostruosa velocità della Ducati: adesso Rea ha  un’arma sempre più completa. A Barcellona, ​​il Kawasaki Racing Team ha testato un forcellone completamente ridisegnato.

Come per Honda e Ducati, anche il team Kawasaki ha avuto modo di provare la nuova pinza portata da Brembo. Sembra sia stata adottata da tutte le moto presenti in Superbike.

Il team ufficiale Kawasaki ha testato anche nuovi profili aerodinamici nella parte anteriore e posteriore, che possono essere visti in questa foto. Il bellissimo cupolino ha un aspetto molto aggressivo!

Questi continui progressi che la Kawasaki ZX-10RR saranno sufficienti per tenere a bada i suoi rivali nel 2021?

Foto: WorldSBK

L’articolo originale su paddock-gp

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Michael Rinaldi, Ducati

Superbike Montmelò Gara 2: Rinaldi trionfo Ducati, Toprak torna leader

Supersport Catalunya

Supersport, Gara 2 Catalunya: capolavoro di Manuel Gonzalez

Jonathan Rea, Superbike

Superbike Montmelò: Jonathan Rea è uno sprint furibondo, Toprak cede