Superbike: la giornata di qualifiche sul circuito di Monza

La cronaca delle quattro classi della SBK a Monza

8 maggio 2010 - 16:54

Il meteo è stato clemente per la seconda e decisiva giornata di qualifiche sul tracciato dell’Autodromo Internazionale di Monza per la quinta prova stagionale del Mondiale Superbike 2010. Già in mattinata un pallido sole ha fatto capolino tra le minacciose nuove che da tutta la settimana sovrastano il circuito brianzolo: tutte le sessioni di qualifiche valide per la griglia di partenza delle gare di domani si sono svolte su pista asciutta, teatro di sorprese e conferme.

Superbike: prima Superpole e record di velocità per Max Biaggi

A sorpresa è di Max Biaggi la Superpole di oggi sul tracciato di Monza corredata da record di velocità registrato sui 330 km/h. Con lo straordinario crono di 1’42.121 l’alfiere di casa Aprilia partirà domani dalla prima casella sulla griglia di partenza davanti all’inglese del team Yamaha Sterilgarda, Cal Crutchlow staccato di soli 33 millesimi. Terza casella conquistata dall’italiano Michel Fabrizio sulla Ducati del Team Xerox che sembra finalmente aver superato le difficoltà incontrate nel corso del precedente round, quantomeno con il pilota capitolino perché il compagno di squadra, Haga, risulta solo sedicesimo con il tempo fatto registrare nella SP2. A chiusura della prima fila troviamo Jonathan Rea sulla Honda di Ten Kate dimostratosi molto in forma anche questo weekend dopo la doppietta di Assen. Seconda fila per Haslam, quinto su Suzuki davanti ad un sorprendente Xaus, caduto nella SP3, James Toseland settimo sulla seconda Yamaha e Tom Sykes che è riuscito a portare la Kawasaki in ottava posizione. La classifica delle prime due file mostra tutte e sette le marche iscritte al mondiale Superbike 2010 nelle prime otto posizioni, a dimostrazione di un grande equilibrio all’interno della categoria. Buona la decima posizione di Luca Scassa, seconda bicilindrica più veloce in pista. Superpole amara invece per Leon Camier, compagno di squadra di Biaggi, e per Jakub Smrz sulla Ducati del Team Pata B&G entrambi scivolati alla curva Ascari, che partiranno domani rispettivamente dalla tredicesima e diciassettesima posizione. Gli altri italiani sono Lanzi diciannovesimo, Baiocco ventesimo e Iannuzzo ventitreesimo.

Supersport: seconda pole consecutiva per Kenan Sofuoglu

Per il secondo round consecutivo è Kenan Sofuoglu ad ottenere la pole position della categoria Superport. Il turco di casa Honda Ten Kate ha fermato il cronometro sul tempo di 1’47.848 guadagnando la prima casella sulla griglia di partenza per la gara di domani. Staccato di 114 millesimi è il suo diretto inseguitore in classifica generale, l’irlandese Eugene Laverty, che in sella alla Honda del Team Parkalgar precede il leader della classifica generale, Joan Lascorz sulla Kawasaki del team Motocard.com. Chiude la prima fila il primo degli italiani, Michele Pirro, nonché compagno di squadra del poleman di giornata, già più veloce in pista nel turno di libere di questa mattina. Seconda fila per Foret sulla Ninja del team Lorenzini by Leoni, davanti a Salom su Triumph, al compagno di squadra di Lascorz, Fujiwara e ad un eccellente Gino Rea che ha portato la CBR 600RR del Team Intermoto Czech in ottava posizione. Gli altri italiani sono Massimo Roccoli decimo, la wild-card Gianluca Vizziello, qui vincitore una settimana fa della gara della serie nazionale, dodicesimo, Andrea Boscoscuro, sostituto di Paola Cazzola al team Kuja Racing, quattordicesimo davanti al compagno di squadra Danilo Dell’Omo diciottesimo.

Supersrtock 1000: continua il dominio BMW con Badovini in pole

Terza pole stagionale in quattro gare per Aytron Badovini, in forza al team BMW Motorrad Italia. Il ventiquattrenne pilota biellese, sul gradino più alto del podio una settimana fa nella prova del CIV, ha vinto la sfida con il compagno di marca Barrier staccandolo di due decimi e mezzo sul traguardo. Terza posizione per il primo degli italiani, Michele Magnoni, in grande spolvero sulla Honda del team SCI davanti a Maxime Berger, Honda Ten Kate Race Junior. Seconda fila per Andrea Antonelli sulla Honda del Team Lorini davanti alla coppia BMW composta da Lussiana e Daniele Beretta, tornato proprio in occasione della gara di casa a navigare sulle posizioni a cui ci aveva abituato la stagione passata. La terza fila parla italiano con Lacalendola su Ducati nono davanti a Petrucci, che sulla Kawasaki del Team Pedercini la settimana scorsa ha dato spettacolo sul tracciato brianzolo in occasione della seconda prova del CIV 2010, ed Eddi La Marra. Solo tredicesimo il diretto inseguitore in classifica generale di Badovini, Davide Giugliano, infortunatosi ad un piede durante la sessione di ieri. Gli altri italiani sono Bussolotti 14°, Baroni 15°, Vivarelli 19° e le wild-card Fusco e Rosini rispettivamente 24° e 29°.

Superstock 600: Guarnoni vince dopo una gara incredibile

Seconda vittoria stagionale per il francese Jeremy Guarnoni che conquista il primo gradino del podio sotto la bandiera a scacchi dopo una gara caratterizzata da scivolate e da una lotta aperta con l’italiano D’Annunzio, il connazionale Marino e l’argentino Mercado. Dei venti piloti schierati al via solo nove hanno tagliato il traguardo dopo gli 8 giri previsti per la gara di categoria. Il podio si è giocato all’ultima curva dell’ultimo giro quando alla staccata della Parabolica l’errore in staccata di Florian Marino ha indotto Mercado a rialzare la moto per evitare il contatto costringendolo a passare sulla ghiaia, mentre Guarnoni che era riuscito a mantenere la traiettoria andava a tagliare il traguardo in prima posizione davanti a Federico D’Annunzio e Marino. Quarta posizione per l’italiano Riccardo Russo davanti al connazionale Casalotti. Sesto Le Coquen davanti a Calero, Covena e Vrajitoru nono, ultimo pilota classificato. La classifica generale della Superstock 600 vede Guarnoni leader con 86 punti, Marino secondo staccato di 20 lunghesse e D’Annunzio terzo a 35 punti dalla vetta.

Appuntamento domani a partire dalle 10.40 con le gare valide per la quinta prova stagionale: Superstock 1000 ore 10.40, Superbike gara 1 ore 12.00, Supersport ore 13.30 e Superbike gara 2 ore 15.30.

Silvia Lavezzo

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

portimao superbike sky sport

Superbike, il round di Portimão in TV: diretta Sky Sport e orari TV8

Superbike, Jonathan Rea

Superbike: Jonathan Rea troppe falle, così la rimonta è impossibile

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike, Alvaro Bautista ha perso la bussola Honda “A Portimao sarà peggio”