Superbike Kyalami Prove Libere 1: Michel Fabrizio parte bene

Max Biaggi è terzo dietro a Smrz, ottavo Leon Haslam

14 maggio 2010 - 9:59

La prima sessione di prove libere sul circuito di Kyalami, ha rispettato le attese: la Ducati sul tracciato sudafricano è più che competitiva, come testimonia la presenza di tutti i piloti di Borgo Panigale tra i primi undici. Al termine del primo turno ad avere la meglio è stato Michel Fabrizio, grazie ad un tempo di 1’39.081. Il centauro di Frascati riesce a rifilare due decimi e mezzo al primo inseguitore, il privato Pata B&G Jakub Smrz, in cerca di rivalsa, come l’italiano del resto, rispetto al deludente week-end di Monza.

La nota sicuramente più importante di questa prima ora della Superbike risiede nel terzo tempo di Max Biaggi, sin da subito competitivo in sella alla RSV4 1000 Factory, che riesce a terminare davanti al duo Ducati Althea Racing con Carlos Checa più veloce di Shane Byrne, nonostante una piccola caduta a metà sessione.

Sesto è Jonathan Rea con la Honda del team Ten Kate, primo pilota classificato a non scendere sotto il muro del minuto e quaranta secondi, che precede gli altri due britannici Cal Crutchlow e Leon Haslam (distanziati di soli 6 millesimi), il compagno di squadra Max Neukirchner e l’altro pilota ufficiale Ducati Xerox Noriyuki Haga.

Attardati i piloti BMW Motorrad Motorsport, con Troy Corser dodicesimo davanti al pilota Yamaha Sterilgarda James Toseland, e Ruben Xaus soltanto diciassettesimo.

HANNspree Superbike World Championship 2010
Kyalami, Classifica Prove Libere 1

01- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – 1’39.081
02- Jakub Smrz – Team Pata B&G Racing – Ducati 1198 – + 0.252
03- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.376
04- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.646
05- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.690
06- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.070
07- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 1.140
08- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.146
09- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.289
10- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 1.385
11- Luca Scassa – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 1.544
12- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 1.556
13- James Toseland – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 1.564
14- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R + 1.621
15- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.711
16- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 1.946
17- Ruben Xaus – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 2.000
18- Sheridan Morais – EmTek Racing – prilia RSV4 Factory – + 2.060
19- Broc Parkes – ECHO CRS Honda – Honda CBR 1000RR – + 2.353
20- Chris Vermeulen – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 2.357
21- Roger Hayden – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 3.781
22- Matteo Baiocco – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 4.716

Valerio Piccini

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp aragon

MotoGP/Superbike, ad Aragón tutti gli eventi a porte chiuse

Superbike, Ana Carrasco

Ana Carrasco, il ritorno della guerriera: “Se cadi sette volte, rialzati otto”

Superbike, Tom Sykes

Superbike, Tom Sykes impaziente “BMW deve dirmi adesso se andiamo avanti”