Superbike Kyalami Gara 2: grande vittoria di Leon Haslam

Battuti Rea e Biaggi, estesa la leadership in classifica

16 maggio 2010 - 12:36

Leon Haslam compie un capolavoro in gara 2 sul circuito di Kyalami, per il sesto round del mondiale Superbike stagione 2010. Una vittoria ottenuta con il carattere, in sella alla “Gixxer” che sulle buche della pista sudafricana appariva quella in maggiore difficoltà, specialmente in ingresso di curva, nel confronto con l’Aprilia Alitalia di Max Biaggi e la Honda Ten Kate di Jonathan Rea, che hanno battagliato assieme all’inglese per quasi tutta la corsa. Quando sembrava che quest’ultimo avesse in pugno la gara, dopo averla dominata in lungo e in largo per la quasi totalità dei km percorsi, “Pocket Rocket” si è inventato alla penultima tornata un sorpasso da antologia alla Continental, per poi spingere al 110% fino alla bandiera a scacchi.

Leon voleva battere Max Biaggi su questo circuito, e lo ha fatto senza dubbio: grazie al terzo posto di gara 1 e la vittoria in questa seconda manche, con il “Corsaro” terzo al traguardo nonostante i tentativi di sopravanzare il numero 65 pilota Honda, Haslam estende la leadership in campionato a quindici lunghezze, ben dodici in più rispetto alla situazione prima di domenica. Tanto di cappello va anche a “Johnny”, capace di una gara di altissimo livello, strenuo nel difendere la leadership chiudendo ogni spiraglio e replicando ad ogni attacco; siamo sicuri che per il nord-irlandese l’amarezza è comunque tanta.

Biaggi chiude in positivo, nonostante tutto, il fine settimana. Se la RSV4 Factory è capace quest’anno di andare così forte su un circuito tanto sconnesso come quello della Repubblica Sudafricana, allora le chance per il titolo sono davvero importanti. Il quarto classificato al termine, l’inglese Cal Crutchlow del team Yamaha Sterilgarda, poteva essere anche lui della partita ma, la mancanza di grip della sua YZF-R1 e un’interpretazione più che personale dell’ultima curva (con il giovane di Coventry che faceva una linea molto interna, che lo portava però a ritardare l’apertura di gas in uscita) non lo hanno mai messo in grado di entrare davvero nella battaglia. Destino simile per Carlos Checa, pilota Ducati Althea Racing il quale, partito molto attardato, ha compiuto un buon recupero, che non si è concretizzato nell’aggancio con i primi.

Sesto è il coriaceo James Toseland con la seconda Yamaha ufficiale, davanti al primo dei due piloti BMW Motorrad Motosport Troy Corser, al vincitore di gara 1 Michel Fabrizio con la Ducati factory e a Jakub Smrz, autore di un week-end senza infamia né lode. In leggero miglioramento Noriyuki Haga, decimo alla bandiera a scacchi, che precede Ruben Xaus in sella alla S1000RR ufficiale e l’italiano Luca Scassa, limitato da una cattiva partenza con la Ducati Supersonic Racing.

HANNspree Superbike World Championship 2010
Kyalami, Classifica Gara 2

01- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – 24 giri in
02- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 0.522
03- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.601
04- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 0.991
05- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 1.479
06- James Toseland – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 13.324
07- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 13.740
08- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 14.250
09- Jakub Smrz – Team Pata B&G Racing – Ducati 1198 – + 15.190
10- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 16.790
11- Ruben Xaus – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 21.101
12- Luca Scassa – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 22.670
13- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 – + 24.506
14- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 31.301
15- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 31.836
16- Chris Vermeulen – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 33.710
17- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 35.203
18- Broc Parkes – ECHO CRS Honda – Honda CBR 1000RR – + 55.929
19- Roger Hayden – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 56.074
20- Matteo Baiocco – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 1’08.481

Valerio Piccini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp aragon

MotoGP/Superbike, ad Aragón tutti gli eventi a porte chiuse

Superbike, Ana Carrasco

Ana Carrasco, il ritorno della guerriera: “Se cadi sette volte, rialzati otto”

Superbike, Tom Sykes

Superbike, Tom Sykes impaziente “BMW deve dirmi adesso se andiamo avanti”