Superbike Kyalami Gara 1: Fabrizio riporta la Ducati al successo

Secondo Carlos Checa davanti ad Haslam e Biaggi

16 maggio 2010 - 9:06

Un superlativo Michel Fabrizio riporta la Ducati al vertice della classifica, in gara 1 Superbike sul circuito di Kyalami, Repubblica Sudafricana. Il pilota ufficiale Ducati Xerox è partito come meglio non poteva dalla casella di partenza, guadagnando un margine cospicuo già nei primi giri e mantenendolo praticamente inalterato per tutto il resto della gara. L’unico che è apparso in grado di poter stare dietro all’italiano è stato il compagno di marca Carlos Checa, in sella alla 1198 F10 Althea Racing, che grazie al sorpasso su Toseland alla Continental (curva vitale per sopravanzare sul circuito sudafricano) è riuscito sin da subito a godere di strada libera davanti a sé.

Riguardo al pilota Yamaha, purtroppo per lui è risultato il fattore chiave di questa gara, soprattutto per quanto concerne la lotta per la classifica piloti. Non certo al meglio visto il collo ancora dolorante dalla caduta di Monza, e con una YZF-R1 non sicuramente perfetta, “Giacomino” si è rivelato in ogni caso un osso durissimo da sorpassare, mettendo a dura prova le capacità di guida di Leon Haslam e Max Biaggi. Se il centauro Suzuki Alstare è riuscito a passare il connazionale nel corso del dodicesimo giro, per il pilota romano del team Aprilia Alitalia la missione è stata decisamente più ostica: il “Corsaro” è riuscito ad avere la meglio sul pilota ufficiale Yamaha Sterilgarda soltanto alla sedicesima tornata, dopo sei giri di tentativi andati a vuoto.

Una volta guadagnata la quarta posizione in gara però, il numero 3 era già troppo lontano da “Pocket Rocket”, il quale ha guidato con passo costante fino al termine dei 24 giri di manche, conquistando un podio fondamentale per la stagione. Per Michel Fabrizio invece si tratta della quarta vittoria in Superbike, la prima della stagione, che ha valore doppio dato la  difficile prima parte di stagione dei piloti ufficiali di Borgo Panigale, e visto oltretutto il triste diciassettesimo posto del compagno di squadra Noriyuki Haga.

Se per quasi tutti è stato difficile sorpassare, non si può dire lo stesso per il quinto classificato Jonathan Rea il quale, essendo riuscito nel finale a riacciuffare il gruppetto tutto britannico composto da Toseland, Camier e Crutchlow, ha infilato quest’ultimo nel corso del 21esimo giro alla Westbank, compiendo un più che spettacolare doppio sorpasso, all’esterno, nella curva successiva sui restanti due.

Il nord-irlandese, che ricordiamo partiva dalla undicesima casella dello schieramento, è riuscito ad avere la meglio quindi in ordine su Leon Camier con la seconda RSV4 Aprilia Alitalia e suo duo Yamaha ufficiale con James Toseland che è riuscito con i denti a difendere la posizione sul compagno di squadra Cal Crutchlow, favorito per la vittoria prima dello start, partito malissimo dalla prima posizione in griglia.

Completano la top ten il ceco Jakub Smrz con la Ducati Pata B&G, davanti al secondo pilota Suzuki Alstare Sylvain Guintoli. Alla luce dei risultati di questa prima gara, la classifica piloti vede ancora in testa Leon Haslam davanti a Biaggi, con il gap tra i due  aumentato, seppur di poco, a sei preziose lunghezze. Da segnalare il ritiro per i due piloti Kawasaki Pedercini Roger Hayden e Matteo Baiocco, e per l’australiano Broc Parkes con la Honde ECHO CRS.

HANNspree Superbike World Championship 2010
Kyalami, Classifica Gara 1

01- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – 24 giri in 39’48.343
02- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 1.098
03- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 5.049
04- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 6.974
05- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 13.710
06- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 13.848
07- James Toseland – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 16.064
08- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 16.231
09- Jakub Smrz – Team Pata B&G Racing – Ducati 1198 – + 16.580
10- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 23.100
11- Luca Scassa – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 24.561
12- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 25.504
13- Sheridan Morais – EmTek Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 27.073
14- Ruben Xaus – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 27.273
15- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 – + 30.692
16- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 34.008
17- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 35.948
18- Chris Vermeulen – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 44.030
19- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 48.382

Valerio Piccini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

locatelli supersport

Supersport: Andrea Locatelli, la cinquina storica da fuga iridata

Superbike

Superbike: Honda HRC al limite, ha già fatto fuori tre motori

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea stuzzica Scott Redding “E’ stato facile dominare”