Superbike: Jonathan Rea “La MotoGP? Vediamo cosa succede”

Il pilota britannico non esclude questa possibilità per il 2011

14 giugno 2010 - 8:27

Il nord-irlandese Jonathan Rea è sicuramente uno dei talenti più seguiti e maggiormente valutati da Honda Europe. Ventitre anni di età, e alle spalle già una grandissima esperienza ai più alti livelli del motociclismo, “Johnny” ha a disposizione un talento non comune tra i piloti su due ruote. Rea è alla seconda stagione completa in World Superbike con il team Honda Ten Kate, e vanta quest’anno la doppietta (più pole position) ottenuta ad Assen lo scorso aprile, più un secondo e terzo posto, rimediati rispettivamente a Portimao in gara 1 e nella seconda manche di Kyalami.

Questi risultati lo prioettano al terzo posto in classifica generale, lontano però dai due contendenti per la lotta al titolo Max Biaggi e Leon Haslam. Il #65, nonostante le ormai flebili speranze di titolo mondiale di questa stagione, non lascia le porte chiuse ad un’eventuale esperienza imminente in MotoGP, se arrivasse un’offerta. Il contratto lo lega teoricamente al team di Nieuwleusen fino al 2011 compreso ma il pilota dell’Ulster la pensa così, dichiarandolo a BIKEracing.it:

“Se si presenta la MotoGP vedremo, il contratto fino al 2011 non è vincolante al 100%. Ciò che è importante è che mi sto divertendo a guidare la mia moto, vedremo cosa accadrà.

Valerio Piccini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

locatelli supersport aragon

Supersport: Andrea Locatelli, un giorno di test per preparare Aragón

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea: “Capisco bene la moto, mi parla”

Superbike, Jonathan Rea ad Aragon

Superbike, Test Aragon day-1: Jonathan Rea leader, 3° Scott Redding