Superbike: Jonathan Rea “Davvero contento dell’1-2”

Il nord-irlandese di casa Honda Ten Kate è soddisfatto

5 settembre 2010 - 15:10

Ottima prestazione del nord-irlandese Jonathan Rea in sella alla Honda Ten Kate, nel week-end appena terminato del Nurburgring. Il pilota britannico è stato capace di ottenere una splendida vittoria in gara 1, non riuscendosi a ripetere nella successiva solo per merito di un redivivivo Noriyuki Haga. I test effettuati dal team di Nieuwleusen sul circuito di Assen proprio prima del fine settimana tedesco, sembrano aver funzionato per il #65, il quale comunque sta mantenendo ultimamente un rendimento altissimo, a differenza dello stentato inizio di stagione.

Ora per “Johnny” si tratta di continuare su questo rendimento anche per la restante parte di stagione, cominciando dal round di Imola in programma a fine mese.

“Eravamo davvero indietro venerdì” afferma Jonathan Rea, “ma abbiamo fatto molto lavoro durante la notte e siamo tornati sabato con una moto con cui si poteva competere. Siamo riusciti a trasformare questo in una vittoria oggi, costruendo un gap e controllando la corsa, quindi tutto il credito va allo staff per cambiare in meglio le cose. Nori (Haga) è stato molto veloce in gara due quindi sono davvero contento di questo uno-due e penso davvero che sia stato il massimo dei punti che ho potuto ottenere oggi.

E’ andata bene per un giro o due davvero, e mentre ero debole nei primi due intermedi, negli ultimi due ero davvero forte. Nonostante fossi in grado di guadagnare lì, ho purtroppo perso alla partenza e perduto un po’ il ritmo quando Checa è caduto. Ma sono molto contento, mi sto divertendo sulla moto ed è bello arrivare ad un circuito e semplicemente guidare la CBR. Se qualcuno mi avesse offerto un uno-due venerdì, gli avrei dato un “cinque” tanto forte da staccargli la mano.”

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Mandalika

Superbike: Gran finale, a che punto è il Mandalika Street Circuit?

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: il salto nel vuoto con BMW

Superbike BMW

Superbike, BMW cala gli assi: Baz e Laverty UFFICIALI nel 2022