Superbike: il team Aprilia Alitalia è pronto per Miller

Alti gli obiettivi della compagine italiana sul tracciato americano

26 maggio 2010 - 8:43

Il team Aprilia Alitalia è pronto per il settimo round del mondiale Superbike, stagione 2010, che si terrà sul circuito americano di Miller Motorsports Park, nello stato dello Utah. Un tracciato che è caratterizzato dal lunghissimo rettilineo dei box (poco più di un km), sul quale le doti velocistiche della RSV4 1000 Factory possono fare ancora una volta la differenza. La compagine di Noale ha deciso quindi di dotare le quattro cilindri italiane a disposizione di Max Biaggi e Leon Camier di un nuovo propulsore, che promette di essere ancora più performante dei precedenti, soprattutto quanto ad accelerazione (sulla quale il “Corsaro” ha fatto notare qualche mancanza al termine del round di Kyalami).

Parlando del pilota romano, lo scorso anno ottenne sulla pista statunitense un sesto ed un quarto posto, risultati che non possono bastare più ad un pilota che quest’anno è in seria lotta per il titolo mondiale. Per il Leon Camier invece si tratta dell’ennesimo tracciato da esplorare e conoscere “in itinere”, essendo “Shafter” alla prima stagione completa nel mondiale.

“Siamo ben consapevoli che le prossime gare potrebbero essere decisive per l’esito del campionato”, afferma il team manager Francesco Guidotti. “Abbiamo iniziato questa avventura nel mondiale SBK, nella scorsa stagione, ingaggiando il campione più preparato, con l’esperienza e la determinazione giuste per sviluppare un progetto totalmente nuovo, poi abbiamo lavorato tutti insieme per avere la moto migliore.

Ora partiamo per la trasferta americana e per questa fase così importante del Mondiale confidenti di far bene e soddisfatti per essere, alla nostra seconda stagione in questo campionato, in gara per obiettivi straordinari, sia nella classifica piloti sia in quella riservata ai costruttori”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Ducati

Superbike, la Ducati a Portimao si affida all’aerodinamica

Superbike, Scott Redding

Scott Redding tra Superbike e MotoGP: una ‘bomba’ nel box Ducati

Superbike, Yamaha

Superbike: Yamaha corre ai ripari, c’è un problema motori come in MotoGP?