Superbike: Ian Lowry punta alla riconferma in Kawasaki

Il pilota dell'Ulster vuole terminare la stagione con Paul Bird

16 settembre 2010 - 2:40

Il nord-irlandese Ian Lowry, che ha sostituito l’infortunato Chris Vermeulen in occasione del round Superbike di Nurburgring, ora punta a concludere la stagione in sella alla ZX-10R del team Kawasaki Racing. La compagine gestita da Paul Bird aveva assegnato per la prima volta la sella vacante a Lowry in occasione del round BSB di Brands Hatch, disputatosi lo scorso mese di agosto, in una apparizione una tantum per la squadra di Akashi nel campionato britannico Superbike.

Anche a causa dell’infortunio di Andrew Pitt, rimediato proprio in quel week-end (lui che era il designato per il rimpiazzo di “Vermin”) e l’indisponibilità di Sheridan Morais (candidato comunque a correre nelle ultime due prove stagionali), il team ha deciso quindi di riconfermare il pilota di Moira anche per la tappa Superbike di Nurburgring, nella quale Lowry ha ottenuto un dodicesimo posto in gara due, e un ritiro nella precedente. Una scelta quasi forzata per la squadra ufficiale Kawasaki, vista la mancanza di piloti “a spasso”: Lowry infatti, prima della chiamata di Paul Bird non era riuscito ad ottenere nessun ingaggio per la stagione 2010, nonostante l’anno precedente fosse stato nominato “top rookie” nel BSB.

Un indizio sembra indicare una possibile riconferma di Lowry per gli ultimi due round 2010 del mondiale Superbike, ed è rappresentato dalla partecipazione del 24enne di Moira alla prossima edizione del Sunflower Trophy (che si terrà il 15 e 16 ottobre), competizione che si tiene sul circuito di Bishopscourt, situato nelle vicinanze di Downpartick, Irlanda del Nord. Lo scorso anno il pilota di casa ottenne il successo nella gara in sella alla Suzuki del team Relentles by TAS, con la quale corse la scorsa stagione del British Superbike. Inutile dire che Lowry parteciperà all’edizione di quest’anno con il team PBM.

Valerio Piccini

Servizio Fotografico Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: il salto nel vuoto con BMW

Superbike BMW

Superbike, BMW cala gli assi: Baz e Laverty UFFICIALI nel 2022

Superbike, Jonathan Rea e il team KRT

Superbike, KRT si scusa con Jonathan Rea: “Non abbiamo dato il 100%”