Superbike: Honda prova un motore “evo” ad Assen

Rea e Aoyama impegnati in una due giorni di test

16 giugno 2012 - 2:59

Se diversi top-team del mondiale (BMW, Aprilia, Kawasaki) si apprestano ad affrontare una sessione di prove al Motorland Aragon, in settimana Honda World Superbike Team ha preso parte ad una due-giorni di test sul tracciato di casa della formazione diretta da Ronald Ten Kate, il TT Circuit Van Drenthe di Assen, con l’intento di mettere alla frusta diversi aggiornamenti tecnici studiati per il prosieguo del campionato.

Jonathan Rea, salito al secondo posto nella classifica di campionato, ha promosso le novità sviluppate da Ten Kate: elettronica, ma soprattutto un propulsore “evo” per la CBR 1000RR Fireblade 2012. “Siamo riusciti a migliorare i tempi del week-end di gara dello scorso mese di aprile“, ha dichiarato il pilota nordirlandese. “Il nuovo motore è un passo avanti, soprattutto in termini di velocità massima in rettilineo. Anche l’elettronica ha dato dei responsi positivi, ci consente di aprire il gas e sfruttare un’erogazione più lineare del propulsore. Abbiamo trovato una buona messa a punto con la nuova forcellona, contiamo adesso di riconfermarci ad Aragon.

Soddisfatto Rea, qualche problema in più per Hiroshi Aoyama, volato a terra in fondo al rettilineo dei box a quasi 240 km/h. “Peccato perchè stavamo facendo progressi: ho riacquistato la fiducia in ingresso curva, adesso ho un feeling migliore sul davanti“, ha dichiarato l’ex iridato 250 GP, tuttora alla ricerca del primo convincente risultato in questa sua nuova esperienza nel WSB.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Yuichi Takeda

Il ritorno di Yuichi Takeda: in Superbike è ancora recordman

Superbike Chaz Davies

Superbike, Chaz Davies resta in Ducati: sarà coach del team Aruba

Toprak Razgatlioglu

Razgatlioglu punta al bis Superbike: “La MotoGP non è il mio sogno”